Jennifer Tilly: dal grande schermo al tavolo da poker

Uno degli aspetti fondamentali, per un pokerista, seppur principiante, è quello di affinare e creare una propria strategia vincente

Vi ricordate di Jennifer Tilly? L’attrice americana il cui nome è legato a pellicole di culto come I favolosi Baker con Jeff Bridges, Pallottole su Broadway di Woody Allen e Getaway con la coppia Alec Baldwin e Kim Basinger, ma ancora di più protagonista del sensuale e ammaliante thriller Bound – Torbido inganno. In tempi più recenti la Tilly aveva preso parte, nel ruolo di doppiatrice al cartone animato di Family Guy (I Griffin) prestando la propria voce nella versione originale al personaggio di Bonnie.

Jennifer Tilly: la moschettiera del cinema, cambia mestiere

Una carriera di alti e bassi, per questa attrice di Los Angeles, caratterizzata però da un cambio determinante per il suo status di vip: la Tilly ha infatti intrapreso nel 2004 la carriera parallela a quella cinematografica di giocatrice di poker professionista. Il tutto lo si deve al sodalizio con il campione di poker Phil Laak, divenuto suo compagno di vita dopo che per un breve periodo aveva frequentato il noto attore Lou Diamond Phillips. Nel 2005 nella categoria del Texas Hold’Em No-limit, si aggiudica il suo primo braccialetto alle WSOP, vincendo la somma di 158.625 dollari, per arrivare nel 2011, con la sua quarta vincita in pochi anni alla cifra record di 600.000 dollari, solo conteggiando i tornei a cui ha preso parte. Una carriera di fatto divisa in due, con la Tilly che prima di incontrare il suo attuale compagno, non aveva mai preso sul serio il gioco del poker, dimostrando come spesso in questo gioco si possa partire senza grandi basi, ottenendo nel tempo importanti traguardi e successi.

Le strategie vincenti per il gioco del poker

Uno degli aspetti fondamentali, per un pokerista, seppur principiante, è quello di affinare e creare una propria strategia vincente. E’ vero che per diventare abili nel gioco del poker bisogna studiare e dedicare una parte del proprio tempo, oltre alle risorse economiche necessarie e adeguate, alla pratica. Tuttavia una volta scelta la variante del poker adatta per iniziare e che trovate più congeniale al vostro modo di essere e di sviluppare le capacità di gioco e di strategia, il resto sarà una diretta conseguenza del tempo e dell’impegno che gli dedicherete. Nel caso dell’attrice Jennifer Tilly sono stati due i fattori che hanno determinato la sua ascesa nei tornei di poker più conosciuti al mondo: aver preso parte a un film ambientato a Las Vegas, durante la fine degli anni novanta, e naturalmente aver conosciuto il suo compagno di vita Phil Laak. Il resto, come per ogni pokerista che si rispetti è una variabile dettata dal tempo, dalla strategia e dalla variante di gioco scelto, che nel caso dell’attrice americana è stato il Texas Hold’Em, noto anche come poker alla texana.

Il Texas Hold’Em: una strategia per giocare in modo professionale

Il gioco del Texas Hold’Em è una variante dinamica e spettacolare del poker classico, che si gioca con due carte coperte, di cui ogni giocatore dispone, da combinare con le cinque carte messe a disposizione dal dealer per tutti i giocatori che prendono parte alla partita. In questo caso studiare una strategia di gioco vincente, anche per un giocatore non esperto, è legato a una duplice visione di gioco. Per vincere una mano a poker, basta avere buone carte e puntare su quelle, per vincere però alla lunga, sono importanti altri fattori. In particolare quando si gioca live in un torneo o in una partita secca, è bene valutare e studiare l’avversario, visto che spesso ci sono degli elementi di natura psicologica che mostrano quali saranno le intenzioni del nostro avversario al tavolo. Conoscere quindi più metodi e strategie sarà utile e funzionale per diventare giocatori esperti, e questo è un elemento da coltivare già durante le prime partite che farete a poker, sia in versione live che digitale online.