Italiani in Germania, lutto a Radio Colonia

Luigi La Grotta è morto il 16 ottobre 2014 a 48 anni. Per Radio Colonia è stato corrispondente, conduttore e caporedattore. Dal 2009 era caporedattore delle trasmissioni tedesche di Funkhaus Europa, nonché vicedirettore del programma multilingue del Westdeutscher Rundfunk. La redazione italiana lo ricorda addolorata e con grande affetto.

Luigi La Grotta è cresciuto fra Italia e Germania, dove i genitori erano emigrati. Al loro rientro definitivo in Calabria scelse di rimanere in Germania, dove si era diplomato da infermiere, per studiare.

La sua attività giornalistica è cominciata a Brema, dove presto è approdato alle trasmissioni prodotte da Radio Brema per Funkhaus Europa.

Luigi La Grotta è stato corrispondente da Brema e conduttore di Radio Colonia. Dopo il trasferimento a Colonia nel 2004 è stato prima redattore e, dal 2007, caporedattore. Nel 2009 è arrivato l’incarico da caporedattore delle trasmissioni tedesche e vicedirettore di Funkhaus Europa.

Le colleghe e i colleghi della redazione italiana lo ricordano addolorati e con grande affetto per la sua umanità e profonda passione per il giornalismo. Con la sua sensibilità per i temi dell’emigrazione, la capacità di scoprire e formare nuovi talenti e il desiderio instancabile di sperimentare e innovare ha arricchito e trasformato Radio Colonia. Anche grazie a Luigi La Grotta Radio Colonia è diventata quello che è oggi. Lavoratore instancabile, Luigi si occupava di persona di tutti gli aspetti del programma, senza dimenticare la musica.

Tra i suoi contributi giornalistici più importanti ricordiamo la copertura della strage di Duisburg nel 2007 per media italiani e tedeschi e il festival di due giorni organizzato proprio a Duisburg l’anno successivo, Avanti Pop 2.

Luigi La Grotta è morto giovedì 16 ottobre 2014 dopo una breve, grave malattia. Aveva 48 anni.