ITALIANI ALL’ESTERO | RICKY FILOSA NOMINATO COORDINATORE MAIE EUROPA

Nominato direttamente dal presidente Sen. Ricardo Merlo, in questa legislatura Sottosegretario agli Esteri, Filosa assicura: "Sono già al lavoro con l'obiettivo di rilanciare e riqualificare il Movimento in Europa". E aggiunge "Fin d'ora posso dire che il MAIE Europa farà il MAIE: un movimento culturale, prima ancora che politico, da sempre in prima linea nella difesa degli interessi e dei diritti degli italiani nel mondo. Nè destra nè sinistra, dunque, vale la pena ribadirlo: noi siamo un'altra cosa. Nel nostro Dna abbiamo gli italiani all'estero"

Da oggi Ricky Filosa è il coordinatore MAIE Europa, nominato direttamente dal presidente del Movimento Associativo Italiani all'Estero,, Sen. Ricardo Merlo

Ricky Filosa è stato nominato coordinatore del MAIE Europa dal presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero, Sen. Ricardo Merlo, in questa legislatura Sottosegretario alla Farnesina.

Filosa – giornalista, editore, fin da giovane nel mondo della comunicazione e dell’associazionismo italiano all’estero – affiancherà l’attuale coordinatrice MAIE Europa, Anna Mastrogiacomo.

“Sono onorato della fiducia che ancora una volta il presidente Merlo dimostra nei miei confronti”, dichiara Filosa, fino a pochi giorni fa coordinatore del MAIE Nord e Centro America e attualmente portavoce del Sottosegretario.

“Sono già al lavoro con l’obiettivo di rilanciare e riqualificare il Movimento in Europa” prosegue.

“Sono in stretto contatto con Anna Mastrogiacomo, risorsa preziosa, e con altri coordinatori europei con cui ci stiamo confrontando sulle strategie e sulle iniziative da mettere in campo da qui ai prossimi mesi. Con Anna e con tutti loro nei prossimi giorni ci incontreremo virtualmente in una videoconferenza, come è dovuto ai tempi del coronavirus, per disegnare il futuro insieme“.

“Fin d’ora posso dire che il MAIE Europa farà il MAIE: un movimento culturale, prima ancora che politico, fondato e presieduto da un figlio di un emigrante italiano, nato da e per gli italiani all’estero. Lontano anni luce dalla partitocrazia romana ma non dalla politica nazionale, con cui si confronta e dialoga per arrivare a ottenere risultati concreti a favore degli italiani nel mondo”.

Nè destra nè sinistra, dunque, vale la pena ribadirlo: noi siamo un’altra cosa. Un movimento liquido e orizzontale. Nel nostro Dna ci sono gli italiani all’estero, con tutto quel Sistema Italia oltre confine fatto da Ambasciate e Consolati, Camere di Commercio, Istituti Italiani di Cultura, patronati, associazioni, organi di rappresentanza come Comites e CGIE. Questo siamo noi”.

“Appena la situazione legata al virus lo consentirà – conclude Ricky Filosa – gireremo l’Europa Paese per Paese, in visita alle comunità italiane di tutte le circoscrizioni consolari. Punteremo moltissimo sulla Rete, sui social network. Faremo conoscere a tutti, ma proprio a tutti, questo Movimento – presente in Parlamento e nel Governo italiano – che da oltre 12 anni ormai è sempre in prima linea nella difesa dei diritti e degli interessi degli italiani nel mondo”.