Italiani all’estero, Odoguardi (MAIE) in USA e Canada: incontri con i connazionali a New York, Boston, Toronto

“Sono convinto che una forza politica come la nostra abbia una marcia in più rispetto a tutti gli altri partiti, perché il MAIE è un Movimento nato da e per gli italiani nel mondo, indipendente dalla partitocrazia romana, lontano da quella politica urlata che vediamo nei talkshow, interessato a fare sentire l’Italia più vicina ai connazionali del Nord America e gli italiani d’America più vicini all’Italia”

Enzo Odoguardi, coordinatore MAIE Nord America

Settimana ricca di incontri sul territorio per Enzo Odoguardi, coordinatore MAIE Nord America, che si trova in questi giorni a Miami per riunioni tese a rafforzare e riqualificare il network del Movimento in Florida.

Nell’agenda dell’imprenditore italoamericano sono già fissate le date per New York (24 giugno), Boston (25 e 26 giugno) e Toronto (27 e 28 giugno). Dunque l’esponente del MAIE continua a lavorare in Nord America, negli Stati Uniti e in Canada, con l’obiettivo di fare arrivare al maggior numero di connazionali possibile quella che è la visione culturale e politica del Movimento Associativo Italiani all’Estero.

A New York Odoguardi incontrerà i principali esponenti della comunità italiana locale e si riunirà con una delegazione di imprenditori italoamericani che da anni vivono e lavorano nella Grande Mela: “New York è la regina AIRE del Nord America, è qui che risiede la maggior parte dei nostri connazionali, quasi 100mila italiani regolarmente iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero. Per noi è una tappa fondamentale – spiega -, proprio a New York organizzeremo presto iniziative culturali, a 360 gradi, che coinvolgeranno da vicino la comunità italiana locale”.

A Boston Odoguardi in questo viaggio punta a nominare un coordinatore MAIE che dovrà prendersi cura dei connazionali ivi residenti, affinchè essi possano avere un punto di riferimento per ciò che riguarda assistenza e burocrazia.

Per la prima missione in Canada, invece, il coordinatore MAIE Nord America ha scelto Toronto, ovvero la circoscrizione consolare canadese con il maggior numero di italiani residenti.

“A Toronto vive una fortissima comunità di origine calabrese, con cui ho rapporti da tempo e che desidero coinvolgere nel nostro progetto. I nostri connazionali si lamentano del fatto di non avere nessuno a cui poter rivolgersi in caso di necessità, nessuno che faccia sentire la loro voce a Roma. I parlamentari eletti qui si preoccupano più di partecipare a cene di gala e ad eventi istituzionali, piuttosto di portare avanti le battaglie a favore degli italiani e del Sistema Italia. Lavoreremo per far fare un salto di qualità alla comunità italiana residente a Toronto e, più in generale, in tutto il Canada”, sottolinea Enzo Odoguardi, che in conclusione assicura: “Sono convinto che una forza politica come la nostra abbia una marcia in più rispetto a tutti gli altri partiti, perché il MAIE è un Movimento nato da e per gli italiani nel mondo, indipendente dalla partitocrazia romana, lontano da quella politica urlata che vediamo nei talkshow, interessato a fare sentire l’Italia più vicina ai connazionali del Nord America e gli italiani d’America più vicini all’Italia”.