Italiani all’estero, Comites Zurigo: petizione su Imu e Tari consegnata a Billi (Lega) e Garavini (Iv)

Dalla Svizzera: “Sono state raccolte 2.673 firme. Ora attendiamo che le richieste vengano valutate e accolte dal Parlamento”

“Cari connazionali residenti all’estero, siamo lieti di comunicarVi che si è conclusa la petizione avviata dal Comites di Zurigo riguardante le richieste avanzate dalla comunità italiana all’estero sui seguenti punti: 1. il diritto di esenzione dal pagamento IMU e TARI per i connazionali residenti all’estero e regolarmente iscritti all’AIRE sulla prima casa non locata e non data in comodato d’uso, al pari dei connazionali residenti in Italia. 2. che venga data la possibilità ai connazionali residenti all’estero di trasferire la propria residenza AIRE, attraverso la rete diplomatica consolare, nel comune in cui si possiede un immobile. 3. che per tutti i connazionali all’estero e iscritti all’AIRE valga l’esenzione dal pagamento del CANONE RAI quando l’unità immobiliare posseduta non sia locata o data in comodato d’uso”. E’ quanto si legge in una nota firmata da Luciano Alban, presidente del Comites di Zurigo, e Giuseppe Ticchio, responsabile Commissione Sociale Comites di Zurigo.

“Sono state raccolte 2.673 firme che sono state recapitate all’On. Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero e alla Sen. Laura Garavini, Vice presidente della Commissione Esteri. Ora attendiamo che le richieste vengano valutate e accolte dal Parlamento. Teniamo a ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per questa iniziativa, non facile a causa della situazione sanitaria attuale. Vi terremo informati sugli sviluppi”.