Immigrazione, ennesima tragedia in mare: barcone si capovolge, 25 morti

Un barcone con a bordo circa 700 migranti si e’ capovolto al largo della Libia. Al momento il bilancio e’ di 25 morti e circa 400 migranti salvati. I corpi dei 25 migranti morti sono stati gia’ recuperati. Le operazioni di soccorso sono coordinate dalla Guardia Costiera italiana.

L’allarme era arrivato alla centrale operativa della Guardia Costiera di Roma nella tarda mattinata da Catania, che a sua volta aveva ricevuto una segnalazione con una chiamata satellitare. Sul posto anche una nave di Medici senza frontiere, e la Le Niamh della Marina militare irlandese.

DA CAGLIARI A CIVITAVECCHIA Sono 120 i migranti eritrei radunati da stamane al porto di Cagliari davanti al cancello d’ingresso degli imbarchi dei traghetti in via Riva di Ponente. Gli stranieri protestano perche’ vogliono lasciare l’isola per raggiungere i parenti in altri Paesi europei: 56 di loro, tra i quali 25 donne e un bimbo piccolo, per i quali sono stati acquistati i biglietti, si imbarcheranno sulla nave per Civitavecchia in partenza alle 19. A partire saranno, pero’, solo quelli che erano stati sistemati nelle strutture cagliaritane.

Per quelli che arrivano dalle altre zone della Sardegna non c’e’ altra possibilita’ se non quella di salpare dai porti delle province in cui si trovano per motivi legati al rilascio dei documenti necessari.

All’ombra dei gazebo all’ingresso del porto i migranti sono seguiti da un mediatore culturale che ha provveduto all’acquisto dei biglietti. Sul posto la polizia, assieme a carabinieri e capitaneria di porto, tiene sotto controllo la situazione che comunque e’ tranquilla.