FOTO | Rosario, celebrato il decimo anniversario del Centro Argentina-Italia di criobiologia

Il Centro di ricerca opera a Rosario dal 2009 ed è una joint venture tra l'Università Nazionale di Rosario e l'Università di Trieste

Lo scorso venerdì 22 marzo si è celebrato a Rosario il decimo anniversario della creazione del CAIC – Centro Binacional Argentina-Italia de Investigaciones en Criobiología Clínica y Aplicado, nato nel 2009 con il contributo Fondazione Italiana Fegato, l’Universidad Nacional de Rosario, l’Universitá degli Studi di Trieste, ed il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia con l’obiettivo di studiare il modo di trattare e conservare a freddo cellule e organi in modo da preservarne inalterate le caratteristiche di vitalità, fondamentale per i trapianti d’organo e innumerevoli altri utilizzi medici e scientifici.

La criobiologia infatti, studia l’effetto delle temperature basse e ultra-basse sui processi fisiologici di diversi esseri viventi.

Il Centro di ricerca opera a Rosario dal 2009 ed è una joint venture tra l’Università Nazionale di Rosario e l’Università di Trieste. Il CAIC, pioniere nello studio della criobiologia in Argentina, é uno dei tre istituti dell’area che opera in America Latina, e riunisce un team di un team di biologi, biochimici, biologi molecolari, medici, veterinari e farmacisti appartenenti all’Universitá Nacional di Rosario (UNR) e al CONICET (l’istituto pubblico delle ricerche argentino).

Un momento dell’incontro

La cerimonia svoltasi presso l’Espacio Cultural Universitario, é stata presieduta dal Magnifico Rettore dell’UNR Hector Floriani e dal Direttore del CAIC Edgardo Guibert. Presenti all’evento le autorità dell’UNR, il Console Generale d’Italia Martin Brook, l’Addetto Scientifico dell’Ambasciata di Italia José Kenny, i rappresentanti della comunitá italiana a Rosario tra cui il Vicesegretario per l’America Latina del CGIE Mariano Gazzola, il Presidente del Comites Rosario Franco Tirelli e il Presidente della Camera di Commercio Italiana Jorge Fittipaldi, i dirigenti di CONICET, diversi esponenti della comunitá scientifica di Argentina – in particolari docenti, ricercatori e dirigenti del CONICET e dell’UNR-, oltre ad insegnanti, studenti e professionisti legati al CAIC. Invitato d’onore alla cerimonia il Dr. Claudio Tiribelli Direttore del Centro Studio Fegato della Fondazione Italia Fegato, appositamente venuto da Trieste per partecipare della cerimonia.

Dopo i saluti di apertura del Magnifico Rettore Floriani – che ha ribadito il totale sostegno dell’Universitá al CAIC -, e della Segretaria di Scienza e Tecnologia dell’UNR Elena Orellano, é intervenuto il Direttore del CAIC Guibert che ha ricordato coloro che in questi 10 anni di vita hanno contribuito allo sviluppo del Centro e illustrato i programmi di ricerca e di sviluppo del Centro, sede della Specializzazione Post-laurea in Criopreservazione dell’Universitá di Rosario.

FOTO RICORDO

Guibert ha presentato – e ringraziato vivamente – le tre persone che hanno dato vita a questo Centro, unico in Sudamerica,: Joaquin Rodriguez –fondatore e direttore del Centro fino all’anno scorso -, Claudio Tiribelli – ideologo del Centro – e Oscar Fayt – il responsabile del collegamento con il settore produttivo e le istituzioni di Rosario. I tre hanno analizzato il contesto del 2009 e ricordato le diverse istanze che hanno portato alla fondazione del CAIC, con la sponsorizzazione fondamentale della Regione Friuli Venezia Giulia, e il contributo della Camera di Commercio Italiana di Rosario e la Fondazione Ciudad de Rosario.

Le attivitá per celebrare l’anniversario sono poi continuate con la Tavola Rotonda sulla Cooperazione Scientifica Italia-Argentina a carico del Dr. Claudio Tiribelli, il Magnifico Rettore Floriani, e l’Addetto Scientifico José M. Kenny; e nel pomeriggio con il Seminario “Charlas en frío – La Crio-ciencia Argentina” organizzato nell’ambito del programma di divulgazione della scienza della Agenia Santafesina de Ciencia, Tecnología e Innovación.