Famiglia no, Imam violento sì [VIDEO]

Jasem al Mutawa: questo capo religioso musulmano è divenuto noto per avere postato su internet un video con cui egli insegnava ad "educare" le donne con il bastone

Si è concluso il Congresso Internazionale delle Famiglie, tenutosi a Verona. Intorno a quell’evento, ci sono state polemiche a non finire. Sono stati lanciati insulti contro coloro che vi hanno partecipato. Però, coloro che hanno accusato le persone che hanno partecipato di essere “fascisti”, “nazisti”, “omofobi” e quant’altro sono le stesse persone che tacciono di fonte a quello che accadrà a Milano il 20 ed il 21 aprile.

In quell’occasione ci sarà la “Fiera della Speranza” e sarà presente tra gli invitati l’imam Jasem al Muttawa. Questo capo religioso musulmano è divenuto noto per avere postato su internet un video con cui egli insegnava ad “educare” le donne con il bastone. Su Youtube vi sono i video in cui egli mostra le sue “prestazioni”.

Ora, a coloro che hanno contestato il Congresso Internazionale delle Famiglie va bene la visita di un personaggio che istiga alla violenza sulle donne. Forse certe femministe che hanno manifestato contro l’evento di Verona farebbero meglio a riflettere.

Inoltre, parlando degli omosessuali, è noto a tutti quanto accade nel Sultanato del Brunei. In quel Paese, gli omosessuali rischiano la pena capitale. Eppure, per coloro che qui in Italia hanno fatto tanto rumore contro il Congresso Internazionale delle Famiglie questo non conta.

Oltretutto, coloro che hanno manifestato in quel modo becero hanno trascurato una regola dello Stato liberale. Infatti, in una società liberale ciascuno è libero di esprimere le proprie idee. Il nostro è un Paese liberale?