Export made in Italy, il 70% è concentrato in 5 regioni

Sono Lombardia (29,2%), Veneto (13,7%), Emilia-Romagna (10,6%), Piemonte (8,9%) e Toscana (8,1%). Quote inferiori all'1% in Calabria, Sardegna, Basilicata, e Valle d'Aosta

Secondo quanto emerge dallo Studio sulle aziende esportatrici realizzato da Cribis, società del gruppo Crif specializzata nella business information, che ha esaminato i dati di un campione di 110 mila aziende che scambiano con l’estero beni e servizi per 400 miliardi di euro (80% circa del totale nazionale), ben il 70% delle aziende esportatrici è concentrato in Lombardia (29,2%), Veneto (13,7%), Emilia-Romagna (10,6%), Piemonte (8,9%) e Toscana (8,1%).

Proprio da queste cinque regioni – si legge su La Nuova di Venezia e Mestre – si esportano merci per un valore pari ai 3/4 del totale nazionale.

Meno di un’azienda piemontese su 10 (8,85%) ha relazioni commerciali con l’estero e una situazione simile è stata rilevata in Toscana (8,05%).

La quota di imprese esportatrici si riduce progressivamente in Campania (4,34%), Lazio (3,93%), Marche (3,37%), Puglia (3%) e Friuli-Venezia-Giulia (2,91%), per poi raggiungere quote inferiori all’1% in Calabria, Sardegna, Basilicata, e Valle d’Aosta.