Europee, Zingaretti: “Pd al 25%? Mi andrebbe benissimo”

Su Matteo Renzi: “Non ci sono rese dei conti nel partito, ho sempre combattuto l'idea di un partito del leader. Ci vuole rispetto e in questa fase il rispetto c'è”

Nicola Zingaretti, ospite della trasmissione ‘In mezz’ora in piu” in onda su Rai3, in merito al possibile risultato del Pd alle prossime elezioni europee, ha affermato: “Si parte da un potenziale voto anche del 30-40%. La lista unitaria è un progetto politico, non un insieme cocci. E’ la casa di chi vuole difendere e cambiare questa Europa. Speriamo di essere sopra il 20%”.

Commentando le parole di Matteo Renzi che in un’intervista aveva parlato di un risultato del 25%, Zingaretti ha aggiunto: “Sono contento che in tutti i sondaggi il Pd stia salendo. Il 25% mi andrebbe benissimo”.

Parlando di Renzi, il presidente della Regione Lazio e segretario del Pd ha detto: “Non ci sono rese dei conti nel partito, ho sempre combattuto l’idea di un partito del leader. Ci vuole rispetto e in questa fase il rispetto c’è”.

Intanto Matteo Renzi su Twitter cinguetta: “Bello incontrare ieri tante ragazze e ragazzi che credono nella politica. Il futuro non appartiene a chi odia e a chi insulta ma i millennials devono studiare, impegnarsi, provarci. I Salvini e i Di Maio passano, i valori per cui lottare restano #Avanti”.