Europee, Giuliano Pisapia candidato col Pd: “Puntiamo a essere il secondo partito a livello europeo”

E sui temi dell’immigrazione l’ex sindaco di Milano spiega: “Governare questo problema vuol dire soprattutto saper essere attenti alle vite umane, ma anche all'integrazione"

Sarà Giuliano Pisapia a guidare la lista con la quale si presenta il Pd nella circoscrizione I Italia Nord-Occidentale, Lombardia, Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Carlo Calenda capolista per l’Italia Nord-Orientale, Simona Bonafe’ per l’Italia centrale, Franco Roberti per il Meridione e Caterina Chinnici per Sardegna e Sicilia.

Stamani si e’ tenuta la presentazione dei candidati alla stampa, al Palazzo delle Stelline di Milano.

“Il PD mi ha dato fiducia, insieme abbiamo governato bene Milano per cinque anni. Per questo ho preso questo impegno con i cittadini”, ha spiegato Pisapia che ha annunciato i temi caldi della campagna elettorale: “ambiente e lavoro saranno centrali. Cosi’ come la consapevolezza che in materia di globalizzazione l’Italia da sola non riesce a incidere. Per questo serve un’Europa unita, efficiente, ma soprattutto capace di dare risposte concrete”.

E sui temi dell’immigrazione – da Monza il ministro Salvini ha ribadito la chiusura dei porti dopo una nuova accusa per sequestro di persona a suo carico per i fatti di Siracusa accaduti tra il 24 e il 30 gennaio scorsi – l’ex leader del Movimento Arancione sottolinea che serve una risposta unitaria, non una soluzione temporanea: “Governare questo problema vuol dire soprattutto saper essere attenti alle vite umane ma anche all’integrazione”.

Pisapia risponde anche a chi gli chiede se teme il confronto con i capolista degli altri partiti: “Ho gia’ sfidato Berlusconi e la Meloni altre volte e ho vinto. Per questo confronto non contano i numeri ma il risultato. Non sara’ il 22 o il 23% a fare la differenza. Dobbiamo puntare ad essere quantomeno il secondo partito a livello europeo”.