ERITREA | Chiude la scuola italiana ad Asmara, la Lega: “Altro fallimento internazionale per il Governo”

“I vari Governi italiani dal 2016 in poi non hanno attuato l’accordo con l’Eritrea per il funzionamento dell’istituto, non hanno rinnovato le nomine, in una parola se ne sono disinteressati”

Scuola italiana di Asmara, Eritrea

“Un altro fallimento internazionale del Governo Conte, anche se in questo caso colpe e demeriti vanno ripartiti con gli ex premier, da Renzi a Gentiloni, quest’ultimo doppiamente colpevole essendo stato anche ministro degli Esteri con Renzi: la scuola italiana di Asmara, gioiello culturale ed educativo fondato e operante dal 1903, ha chiuso i battenti. Questo perché i vari Governi italiani dal 2016 in poi non hanno attuato l’accordo con l’Eritrea per il funzionamento dell’istituto, non hanno rinnovato le nomine, in una parola se ne sono disinteressati”. Lo dichiarano l’on. Paolo Grimoldi, deputato della Lega, componente della Commissione Esteri della Camera e presidente della delegazione italiana all’Osce, e l’on. Paolo Borchia, eurodeputato e coordinatore federale di Lega nel Mondo.

“La chiusura di questo istituto di cultura italiana, in uno stato da cui provengono ogni anno migliaia degli immigrati che sbarcano sulle coste italiane, rappresenta un fallimento di quanti ogni giorno parlano di accoglienza e ripetono che bisogna aiutare gli Stati africani a casa loro, creando le condizioni anche culturali per evitare le diaspore. Abbiamo perso uno storico istituto e un pezzo d’Italia e della storia italiana – concludono Grimoldi e Borchia -, perché i vari Renzi, Gentiloni, Conte e Di Maio predicano bene a parole ma razzolano malissimo nei fatti, come questo”.