Effetto condanna Berlusconi, Silvio e PdL volano nei sondaggi

Silvio Berlusconi condannato in via definitiva. Che ne pensano gli italiani? Un sondaggio Swg rivela che più di un italiano su due – il  53% – si augurava, prima della sentenza della Cassazione di ieri, la conferma della condanna a Silvio Berlusconi. "La rilevazione e’ partita nei giorni appena precedenti la decisione della Corte di Cassazione – ha spiegato Maurizio Pessato, vicepresidente Swg – ma abbiamo continuato il sondaggio anche nelle ore successive. E il dato è sostanzialmente confermato".

Sempre secondo lo stesso sondaggio, per il 27% degli italiani il Pdl non ha un futuro senza Berlusconi. Alla domanda chi sara’ il leader del partito dopo Berlusconi, il 22% scommette invece su Alfano, il 15% sulo stesso Cavaliere e l’8% sulla figlia Marina. Gli elettori del Pdl considerano remota l’ipotesi della dissoluzione del partito (7%), immaginando futuro leader Alfano (32%) e Berlusconi (31%).

Intanto cresce la fiducia nei confronti del Cav: sale di 6 punti in una settimana, passando dal 22% al 28%. "Nemmeno la condanna ha, al momento, spostato il dato", ha spiegato Pessato. In testa alla classifica dei leader più amati resta Matteo Renzi con il 55% di fiducia (+3% in sette giorni). Nelle intenzioni di voto, invece, passi avanti di Pdl e Pd, primo e secondo partito con il 28,3% (+1,3%) e 24,7% (+1,2%). In calo il Movimento 5 Stelle, che si attesta al 18,2% (-1,8%).