Dante Global, la nuova piattaforma per la lingua italiana

Varata dalla Società Dante Alighieri. Intervenuto all’evento di presentazione anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, da sempre un convinto sostenitore di una realtà che, ha ribadito, riceve purtroppo un sostegno economico molto ridotto rispetto a quello che altrove è destinato a istituzioni simili

Non sarà più tempo di statue e piedistalli, ma a settecento anni dalla morte Dante Alighieri un monumento se lo merita ancora. Al passo con i tempi, ossia digitale e realizzato per favorire il dialogo, non per fare da avamposto nelle terre irredente, come accadde a Trento verso la fine dell’Ottocento.

Il precedente è stato ricordato da Andrea Riccardi – scrive oggi Avvenire – durante l’evento per il lancio di Dante Global, la nuova piattaforma per la lingua e la cultura italiane varata dalla Società Dante Alighieri.

Personalmente intervenuto alla presentazione di Dante Global, moderata da Monica Maggioni e diffusa ieri mattina in streaming dalla sede della Dante presso Palazzo Firenze a Roma, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è da sempre un convinto sostenitore di una realtà che, ha ribadito, riceve purtroppo un sostegno economico molto ridotto rispetto a quello che altrove è destinato a istituzioni simili.