Cuori Ladispolani di Alessandro Grando, al lavoro per una città migliore

Ladispoli Alessandro Grando con i suoi Cuori Ladispolani va avanti come un treno. A Ladispoli, città alle porte di Roma, ormai c’è solo lui a rappresentare quella parte di comunità che è stanca di una amministrazione comunale incapace di valorizzare la città come si dovrebbe fare. Con la sua associazione Alessandro – che da tempo ha lanciato la propria candidatura a sindaco – è catalizzatore di quello scontento e di quella impotenza che i cittadini ladispolani provano davanti alle ferite del territorio e al rallentamento della crescita economica. Così, mentre Ladispoli è sempre meno verde e le sue strade sono sempre più disastrate; mentre molti esercizi commerciali sono costretti a chiudere, Grando e i suoi cercano di costruire fin d’ora il cambiamento possibile. Per una Ladispoli migliore, fatta di solidarietà ma anche di regole certe e ordine pubblico, di volontariato ma anche di impresa e commercio. Soprattutto, turismo.

Ieri, mercoledì 11 maggio, l’ennesima riunione alla sede dell’associazione, in pieno viale Italia. Tra i partecipanti, persone che hanno una storia politica e di associazionismo nella nostra Ladispoli e che a loro volta rappresentano tanti cittadini pronti a fare la propria parte per il bene comune.

Durante l’incontro si è parlato della situazione politica che vive la città e in particolare di quella che riguarda il centrodestra locale, che in realtà appare sempre più vicino alla sinistra del sindaco Enzo Paliotta: “Noi continuiamo a fare opposizione vera, dentro e fuori il Consiglio comunale – ha detto Grando -, mentre altri sembrano ormai avere rinunciato al loro ruolo. Questo – ha sottolineato – ci fa sentire con ancora più forza la responsabilità di rappresentare la voce di quei ladispolani che non sono disposti a rinunciare a voler cambiare le cose”.

Cuori Ladispolani si sta organizzando per essere ancora più presente a Ladispoli, a livello di territorio e comunicazione. “Considero fondamentale il rapporto diretto, il contatto con i cittadini. Tutti noi – ha detto rivolto ai presenti – dobbiamo impegnarci al massimo per essere vicini alla gente. Dobbiamo continuare ad ascoltare i cittadini ed essere il loro megafono. Anche per questo il nostro slogan è ‘Dillo a noi’. Sulla pagina Facebook di Cuori Ladispolani – ha spiegato Grando – è presente un questionario attraverso il quale chi vuole può mettersi in contatto direttamente con noi, inviarci segnalazioni e/o suggerimenti. Proprio per essere più vicino alla gente, inoltre, dopo l’estate partiranno diverse iniziative importanti – ha annunciato il candidato sindaco -, tra cui un tour in camper che andrà a toccare i diversi quartieri della nostra città”.

DILLO A NOI, se ti sta a cuore un problema e vuoi che ti aiutiamo a cercare una soluzione, dillo a noi!

A livello di comunicazione è allo studio un piano che mette al centro internet, i social, ma non solo: “Perché nell’era delle nuove tecnologie dobbiamo essere capaci di essere presenti sul web nel modo giusto, capaci di comunicare ciò che facciamo, affinchè i nostri concittadini possano conoscerci e magari riconoscersi nel nostro progetto culturale, sociale e politico”.

Intanto, il centrodestra a Ladispoli sembra vivere il suo peggior momento. In città pare sia ancora in atto quel patto del Nazareno di renzusconiana memoria. E un’opposizione che non è capace di battere i pugni sul tavolo quando c’è bisogno di farlo è un’opposizione debole, monca, inefficiente. Inutile.

Twitter @rickyfilosa