COVID | Guardiamo a Spagna e Regno Unito. Basta restrizioni

Nessuno nega il virus e la sua esistenza. Però, non si capisce come mai Paesi come il Regno Unito e la Spagna decidano che non è più il caso di mantenere delle restrizioni così rigide. E l’Italia?

Nel Regno Unito, in Spagna e in altri Paesi le restrizioni dovute alla pandemia stanno cadendo. In Italia, invece, le restrizioni restano in vigore. Anzi, sono ancora più stringenti. Come mai? Il Covid è presente in Italia come nel Regno Unito, in Spagna e negli altri Paesi. La variante Omicron del virus è certamente contagiosa, ma è meno virulenta della variante Delta e del Coronavirus di Wuhan. Eppure, le autorità britanniche, spagnole e di altri Paesi hanno fatto scelte diverse dalle nostre.

Nessuno nega il virus e la sua esistenza. Però, non si capisce come mai Paesi come il Regno Unito e la Spagna decidano che non è più il caso di mantenere delle restrizioni così rigide. Lo stesso premier britannico Boris Johnson ha definito il Green Pass una misura che danneggia l’economia.

In Israele, terra che per prima ha creato il Green Pass, si sta decidendo di togliere il passaporto sanitario. Il ministro delle Finanze di Gerusalemme Avigdor Lieberman ha detto che il Green Pass incide sull’economia.

Il rischio è che noi italiani possiamo trovarci in una situazione molto brutta. Infatti, misure come il Green Pass (che nulla hanno a che fare con la questione sanitaria) stanno mettendo in ginocchio l’economia. A noi italiani serve una politica più liberale. Perciò, tutte queste restrizioni dovranno cadere.

Il modello britannico, il quale è fondato sulla vaccinazione senza nessuna coercizione esplicita o surrettizia, funziona. I Britannici si sono vaccinati senza patemi. Dunque, sarebbe bene che l’Italia guardasse a questi Paesi e che li imitasse.