COVID | 196.224 nuovi casi nelle ultime 24 ore, 313 vittime le vittime

I tamponi effettuati sono 1.190.567, rispetto ai 1.375.514 di ieri, con un rapporto tamponi-positivi che si attesta al 16,5 per cento, rispetto al 16 per cento di ieri. Gli attualmente positivi sono 2.222.060

Sono 196.224 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia nelle ultime 24 ore, in diminuzione rispetto ai 220.532, per un totale di 7.971.068 dall’inizio dell’epidemia. Si registrano 313 vittime, contro le 294 di ieri, per un totale di 139.872 sempre dall’inizio dell’epidemia. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del coronavirus nel nostro Paese.

I tamponi effettuati sono 1.190.567, rispetto ai 1.375.514 di ieri, con un rapporto tamponi-positivi che si attesta al 16,5 per cento, rispetto al 16 per cento di ieri. Gli attualmente positivi sono 2.222.060. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 1.669, 8 in meno di ieri.

I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 17.309, 242 in piu’ rispetto a ieri. I dimessi/guariti sono 108.198, per un totale di 5.609.136 dall’inizio dell’epidemia. A livello territoriale, le Regioni con il maggior incremento di contagi sono Lombardia (41.050), Campania (27.034) e Veneto (19.811).

In Lombardia 41.050 nuovi casi e 91 decessi

Sono 41.050 i nuovi casi di contagio registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore, a fronte di 223.167 tamponi effettuati, con un tasso di positività al 18,3%. È quanto si legge nel bollettino della Regione Lombardia sull’andamento della pandemia.Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva: sono 3 in meno rispetto a ieri per un totale di 253 pazienti in area critica. Sono invece 3.317 in totale i ricoverati in area non critica: 115 in più nelle ultime 24 ore. Sono 91 i decessi registrati. I nuovi casi per provincia: Milano: 12.065 di cui 5.095 a Milano città; Bergamo: 4.026; Brescia: 5.880; Como: 2.637; Cremona: 1.395; Lecco: 1.292; Lodi: 994; Mantova: 1.550; Monza e Brianza: 3.597; Pavia: 2.127; Sondrio: 735; Varese: 3.337.

Calabria, 2.288 nuovi casi e 9 morti

Le persone risultate positive al Covid, in Calabria, sono 2.288 in piu’ rispetto a ieri. Nove le persone decedute nelle ultime 24 ore. I dati sono riportati nel bollettino quotidiano della Regione. Risultano in calo i ricoveri nei reparti (-16), mentre non si registrano nuovi ricoveri nelle terapie intensive.

TRENTINO: 2.278 NUOVI CONTAGI E 3 DECESSI, 157 RICOVERATI IN OSPEDALE

Altri tre lutti appesantiscono il bollettino sulla situazione Covid-19 in Trentino dove nelle ultime 24 ore si registrano 2.278 nuovi contagi. E crescono purtroppo anche i ricoveri in ospedale: ieri ce ne sono stati altri 27 ai quali si sono contrapposte 17 dimissioni, ma il totale sale a 157, di cui 27 in rianimazione. Tutti e 3 i decessi sono avvenuti in ospedale: si tratta di 2 uomini e di 1 donna ed avevano un’età compresa fra i 60 ed i 93 anni. Tutti presentavano patologie pregresse e uno di loro non era vaccinato. Sul fronte dei nuovi contagi, sono 154 i casi positivi riscontrati dal molecolare (su 1.503 test effettuati) e 2.124 dall’antigenico (su 11.647 test effettuati). I molecolari hanno confermato anche 66 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Oggi si contano anche 496 nuovi guariti che portano il totale a 58.228. I numeri della campagna vaccinale sono i seguenti: 1.033.198 somministrazioni comprese 397.979 seconde dosi e 196.552 terze dosi.

LAZIO, ‘IERI RECORD VACCINAZIONI, OLTRE 70MILA’

“Ieri record di vaccinazioni, oltre 70mila, il 28% in più rispetto al target commissariale, in una settimana sono state fatte oltre 120 mila somministrazioni del target”. Lo sottolinea l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino quotidiano Covid-19. Nel Lazio à stata “superata quota 11,6 milioni di somministrazioni e di queste oltre 2,6 milioni sono dosi di richiamo, il 51% della popolazione adulta. Superato il 97% di adulti che ha ricevuto la doppia dose e il 91% degli over 12 sempre in doppia dose. Oltre 85mila sono le dosi somministrate nella fascia 5-11 anni”.