CORONAVIRUS | Si può viaggiare dall’Italia verso gli Usa? Risponde l’Ambasciata americana a Roma

Jess Bradshaw, Console degli Stati Uniti d’America a Roma, ha precisato che “a partire dall’11 Marzo 2020 il Proclama Presidenziale 9993 sospende l'ingresso negli Stati Uniti di tutti i cittadini stranieri fisicamente presenti all'interno dell'area Schengen”

“In seguito alle numerose richieste ricevute ho voluto interpellare direttamente l’ambasciata americana a Roma per avere risposte certe sulle norme di viaggio dall’Italia verso gli USA nell’attuale contesto emergenziale dovuto al Covid”. Lo dichiara in una nota l’On. Fucsia Nissoli, deputata Fi eletta all’estero.

Jess Bradshaw, Console degli Stati Uniti d’America a Roma, ha precisato che “a partire dall’11 Marzo 2020 il Proclama Presidenziale 9993 sospende l’ingresso negli Stati Uniti di tutti i cittadini stranieri fisicamente presenti all’interno dell’area Schengen, compresa l’Italia, durante i 14 giorni precedenti il loro ingresso o il tentativo di ingresso negli Stati Uniti. Il Proclama riguarda viaggi per turismo e cittadini stranieri in transito dall’area Schengen. Vi sono limitate eccezioni, relative a viaggi urgenti di natura umanitaria e medica, studenti, alcuni scambi culturali e viaggi per affari, come riportato sul nostro sito https://it.usembassy.gov/it/visti/. I viaggiatori che sono già in possesso di un visto valido o di un ESTA approvato sono tenuti a verificare che abbiano i requisiti per beneficiare di un’eccezione di interesse nazionale scrivendo all’ambasciata o al consolato di pertinenza della propria regione di residenza. Non sappiamo quando verrà revocato il proclama presidenziale e quando riprenderanno tutti i normali servizi di visto, ma incoraggiamo tutti i viaggiatori a continuare a monitorare il nostro sito web https://it.usembassy.gov/it/visti/ per aggiornamenti”.