CORONAVIRUS | La Svizzera include la Repubblica Dominicana nell’elenco delle “zone sicure”

Niente più quarantena per gli svizzeri che tornano dal Paese caraibico. La buona notizia è stata accolta molto bene dalle compagnie aeree. La Swiss Edelweiss Air sta valutando l'aggiunta di due collegamenti a quello esistente

La Repubblica Dominicana è stata inclusa dalla Svizzera nell’elenco delle zone sicure in cui viaggiare. D’ora in poi gli svizzeri che tornano dalle vacanze nel Paese caraibico non dovranno più mantenere la quarantena obbligatoria, che fino ad ora era di 10 giorni.

I dati di nuovi contagi nelle regioni turistiche, come Punta Cana, Puerto Plata o La Romana, segnalati dal Ministero del Turismo della Repubblica Dominicana (MITUR) sono ben al di sotto dei limiti imposti dalle autorità svizzere (50 nuovi casi per 100.000 abitanti in 7 giorni).

La buona notizia è stata accolta molto bene dalle compagnie aeree. La Swiss Edelweiss Air sta valutando l’aggiunta di due collegamenti a quello esistente. Attualmente la compagnia propone un volo di sabato da Zurigo a Punta Cana, a novembre ne vuole aggiungere un altro per il lunedì e, per dicembre, prevede di volare lunedì, mercoledì e sabato verso la destinazione caraibica.

La verità è che il governo della Repubblica Dominicana ha intrapreso varie azioni per garantire che la destinazione sia sicura e diffondere tale immagine all’estero. Attualmente vengono effettuati controlli casuali per rilevare possibili infezioni e, in caso di contagio, cure mediche e soggiorno prolungato sono coperti dall’assicurazione di assistenza inclusa nel Piano di recupero responsabile per il turismo dell’Esecutivo dominicano del Covid-19.