Consolati onorari chiusi, Siragusa (M5S): “Erano inattivi, si lavora per rafforzare la rete consolare”

“L’opera di razionalizzazione messa in atto dal Ministero porterà a rivivificare la nostra rete diplomatica di secondo grado, nominando nuovi consoli da mettere a capo di quegli uffici consolari fino ad oggi inoperosi”

“Riguardo alla chiusura di 27 uffici consolari onorari è importante chiarire che la decisione della Farnesina è legata a una sorta di “censimento” delle strutture onorarie – che, ricordiamo, sono oltre cinquecento. La ricerca si è soffermata in particolare sui 48 uffici senza titolare e inattivi da più di cinque anni, valutandone le prospettive future. È evidente quindi che si tratta di un intervento volto a rendere più efficienti queste strutture e a razionalizzare l’intera rete”. È quanto afferma in una nota la deputata del MoVimento 5 Stelle Elisa Siragusa, eletta nella circoscrizione Estero.

“Dei 27 uffici inattivi che sono stati soppressi 8 non avevano mai avuto alcun titolare. Il ministero degli Esteri ha precisato che per gli altri 21, le Ambasciate o i Consolati verificheranno le condizioni di una loro eventuale riattivazione, in base alle effettive esigenze”, continua la deputata.

“Nessun allarme, quindi. Anzi: l’opera di razionalizzazione messa in atto dal Ministero porterà a rivivificare la nostra rete diplomatica di secondo grado, nominando nuovi consoli da mettere a capo di quegli uffici consolari fino ad oggi inoperosi, ma di cui è stata riconosciuta l’importanza”, conclude Siragusa.
.