Borgonzoni: “Pensiamo a un premio in onore di Gina Lollobrigida”

Per ricordare l'attrice "stiamo anche pensando, oltre al premio, con il ministero della Cultura, a una grande mostra" sottolinea la presidente di Cinecittà, Chiara Sbarigia

Gina Lollobrigida
Gina Lollobrigida Foto Stefano Colarieti / LaPresse

“Una grande donna e una grande attrice, simbolo dell’italianità nel mondo che ha ricevuto tanti riconoscimenti all’estero ma forse non abbastanza in Italia. Noi cercheremo di mettere in campo tutto quello che può essere un ricordo eterno di una donna che lo merita, anche attraverso la creazione di un premio per giovani attrici e intitolato a lei”. Lo ha detto il sottosegretario alla cultura Lucia Borgonzoni all’uscita della Camera ardente per Gina Lollobrigida aperta oggi nella sala della protomoteca in Campidoglio.

Per ricordare l’attrice “stiamo anche pensando, oltre al premio, con il ministero della Cultura, a una grande mostra” sottolinea la presidente di Cinecittà, Chiara Sbarigia.

“Gina Lollobrigida per me ha rappresentato – aggiunge parlando con i cronisti – una delle più indimenticabili dive e una grande donna, indipendente e forte che deve soltanto a se stessa la sua splendida carriera”.