Astrazeneca, ragazza 18enne e donna 52enne morte dopo il vaccino

Il primo decesso risale ad aprile ed ha riguardato una donna di 48 anni. Da allora, i medici in Australia sono stati in grado di identificare rapidamente possibili casi di trombosi. La maggior parte è stata trattata con successo

 È morta Camilla Canepa, la 18enne di Sestri Levante ricoverata domenica al San Martino di Genova dopo una trombosi al seno cavernoso e operata per la rimozione del trombo e ridurre la pressione intracranica. Erano stati due gli interventi chirurgici a cui nelle scorse ore era stata sottoposta. Era stata vaccinata con AstraZeneca il 25 maggio nell’open day per gli over 18.

E’ morta dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca una donna australiana di 52 anni. E’ “probabilmente” la seconda morte in Australia per la rara e grave sindrome da coagulazione del sangue legata al vaccino Covid-19 della casa farmaceutica anglo-svedese. Lo ha affermato la Therapeutic Goods Administration, il regolatore dei farmaci australiano.

Ci sono state 48 segnalazioni di trombosi dopo il vaccino in Australia di cui 35 casi confermati e 13 probabili. Di questi, 31 sono stati dimessi dall’ospedale e si stanno riprendendo mentre 15 pazienti rimangono in ospedale, compreso uno che è ricoverato in terapia intensiva.

Il primo decesso risale ad aprile ed ha riguardato una donna di 48 anni. Da allora, i medici in Australia sono stati in grado di identificare rapidamente possibili casi di trombosi. La maggior parte è stata trattata con successo, ha affermato Indu Singh, professore associato di ematologia presso la Griffith University.

“Il trattamento è molto ben consolidato e non è qualcosa che uccide sempre il paziente”, ha detto Singh, citato dal Guardian. “Sappiamo cosa cercare e, finché lo sappiamo, ne siamo consapevoli, è curabile e il trattamento è avanzato”.

In Italia intanto continua il dibattito sul vaccino AstraZeneca: somministrarlo ai più giovani o no? “Proprio in queste ore c’è una discussione in corso del Comitato tecnico scientifico” sulla somministrazioni del vaccino AstraZeneca ai giovani. Lo ha precisato il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel corso del question time al Senato.

E in Liguria è stato sospeso in via precauzionale il lotto del vaccino AstraZeneca con cui erano state vaccinate le due donne di 18 e 34 anni ricoverate all’ospedale San Martino di Genova dopo essere state colpite da trombosi.

“In via cautelativa – si legge in una nota dell’agenzia sanitaria regionale – Alisa ha dato indicazioni a tutte le sedi vaccinali di sospendere, fino a nuova indicazione, la somministrazione del lotto ABX1506 del vaccino AstraZeneca, se presente. È in corso la ricognizione per verificare eventuali giacenze del lotto in questione nelle sedi di vaccinazione della Liguria”.