Alessia Morani (Pd) aggredita da attivista M5S, “denunciato alla Digos”

"La nota di solidarietà del M5S è ambigua. Loro cavalcano la disperazione della gente. Questo incitamento alla violenza ricorda periodi oscuri della storia italiana"

Alessia Morani, deputata Pd, ha dichiarato di essere stata vittima di un’aggressione da parte di un attivista del MoVimento 5 Stelle a Montecitorio. “Ho appena fatto una denuncia alla Digos su questo – ha affermato Morani -. Si tratta di un fatto grave perché svilisce la libertà di pensiero. Se per esprimere liberamente il proprio pensiero poi si deve essere oggetto di minacce da parte di qualcuno credo che sia una cosa molto grave. Ci sono rimasta molto male per la violenza verbale espressa, per il tono minaccioso, per il fatto che per mandarlo via è dovuto intervenire un carabiniere”.

La nota del m5S. “La nota è piuttosto ambigua – ha sottolineato Morani, intervenuta su Radio Cusano Campus -. Dicono che non si tratta di un loro attivista, benché utilizzasse i loro slogan e a 30 metri c’era stata la loro manifestazione. Mi invitano ad uscire dai social, cosa che non mi appartiene perché io sto sempre in mezzo alle persone, quelli che stanno sempre su internet sono loro. Credo che qualcuno stia cavalcando questa rabbia. La Lega cavalca la rabbia contro gli immigrati, quelli del M5S cavalcano la disperazione che c’è nel Paese. Ci sono alcuni limiti che non vanno sorpassati. Non fa bene a nessuno questo incitamento alla violenza, evocano periodi piuttosto oscuri della storia italiana. Se accadono eventi gravi, poi qualcuno si deve prendere anche la responsabilità”.

Il no alla proposta del m5s sul dimezzamento degli stipendi dei parlamentari. “Hanno rifiutato l’abbinamento con delle nostre proposte di legge – ha spiegato Morani -. Ci hanno detto: prendere o lasciare la proposta della Lombardi. Noi vogliamo legare l’abbassamento dello stipendio alla presenza del parlamentare in aula. Noi diciamo anche agiamo sui rimborsi, rendicontiamoli in maniera seria, non come fanno loro. Diciamo anche di regolarizzare davvero i collaboratori parlamentari. Ci sono una serie di interventi migliorativi di quella legge che noi vogliamo fare. Loro hanno voluto portare la legge in aula come strumento di propaganda, noi pensiamo che per fare una buona legge serve l’apporto di tutto. Anche Brunetta ha presentato una proposta legata ai redditi dei politici prima di entrare in Parlamento, può essere una proposta condivisibile, vediamo, discutiamone”.

L’azione del governo. “Stiamo facendo il massimo sforzo per uscire da questa situazione e rispetto al periodo in cui abbiamo iniziato a governare, le cose vanno oggettivamente meglio – ha affermato Morani -. Stiamo cercando di dare una visione positiva del futuro. Dire che va sempre tutto male è molto facile, quando si ha la responsabilità di un governo è molto diverso. E lo vediamo nell’esperienza che il M5S sta facendo a Roma, dove ci sono grandi difficoltà dell’amministrazione comunale. Noi stiamo cercando di dire alle persone che tutti insieme ce la possiamo fare, non facciamo del catastrofismo a buon mercato. Non credo che il nostro sia un linguaggio che possa irritare o addirittura invitare qualcuno ad arrabbiarsi nei nostri confronti”.