2 GIUGNO | A Santo Domingo festa delle famiglie italiane organizzata dall’Ambasciata d’Italia

La celebrazione "permettera' a tutti di approfondire il valore della cultura e delle tradizioni italiane". E di unire i piu' antichi italiani delle colonie di immigrati (fine 800) ai connazionali giunti negli ultimi 20 anni

Stefano Queirolo Palmas, Ambasciatore d'Italia a Santo Domingo

Per celebrare la Festa della Repubblica del 2 giugno, l’ambasciata d’Italia nella Repubblica Dominicana organizzera’ un evento ispirato alla famiglia, e in particolare ai discendenti di famiglie italiane che risiedono nell’isola.

In programma sabato 4 giugno, indica un comunicato, l’iniziativa si svolgera’ nelle strutture della Fortezza di Ozama nella citta’ coloniale della capitale Santo Domingo. Ruotera’ intorno all’idea di ricreare “le feste paesane italiane, con musica da ballo, intrattenimento per i piu’ piccoli, cibi e bevande tipici”.

La celebrazione – ha auspicato l’ambasciatore Stefano Queirolo Palmas, che interverra’ con addetti alla missione diplomatica e con membri in divisa dei Carabinieri e della Guardia di Finanza – “permettera’ a tutti di approfondire il valore della cultura e delle tradizioni italiane”. E di unire i piu’ antichi italiani delle colonie di immigrati (fine 800) ai connazionali giunti negli ultimi 20 anni.

L’incontro comincera’ con uno spettacolo per bambini e la presentazione del gruppo La Sergio Laccone Band, composto da musicisti italiani e dominicani, che suonera’ brani italiani fusi con ritmi dominicani. Inoltre, grazie al sostegno della Direzione generale del Cinema, verra’ proiettato il classico film italiano ‘Divorzio all’Italiana’, di Pietro Germi.

Ancorata nel porto di San Souci, si potra’ ammirare ad occhio nudo dalla fortezza di Ozama la prima nave scuola della Marina dominicana, intitolata in onore dell’eroe nazionale dominicano, “l’ammiraglio italiano Juan Bautista Cambiaso”.

In serata l’ambasciatore, accompagnato dalla moglie Ornella e dalle alte autorita’ del governo dominicano, presiedera’ l’esecuzione degli inni di entrambi i Paesi, seguiti da discorsi delle personalita’ presenti. L’evento, si e’ infine appreso, e’ sponsorizzato da Acea Dominicana, Domicem, Diario Libre e Viva Whyndham Resorts.