Roma Capitale compie 150 anni

Il 20 settembre si celebra la Presa di Porta Pia. La conquista della città da parte delle truppe italiane guidate dal generale Cadorna ebbe luogo in questo giorno del 1870

Roma Capitale compie 150 anni. Il 20 settembre si celebra la Presa di Porta Pia. La conquista della città da parte delle truppe italiane guidate dal generale Cadorna ebbe luogo in questo giorno del 1870. Pochi colpi di artiglieria aprirono una breccia nelle mura Aureliane all’altezza di Porta Pia. La resa fu immediata e le bandiere bianche sventolarono sulla cupola di San Pietro, su Castel Sant’Angelo e sul campanile di Santa Maria Maggiore.

Per la ricorrenza si terrà a Roma un calendario di iniziative che si svolgeranno dal 21 al 24 settembre 2020. Gli eventi avranno come location il Campidoglio, Palazzo Caetani, l’Istituto Sturzo e la Discoteca di Stato e si terranno in pieno rispetto delle normative anti-covid.

Al Gianicolo si illuminerà il Mausoleo Ossario Garibaldino, accessibile dalle ore 10 alle 20, per ricordare l’evento. Le iniziative sono promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Al Mausoleo Ossario Garibaldino domenica 20 settembre alle 11 e alle 12 avrà luogo la visita guidata: “Roma o morte. Il Mausoleo Ossario Garibaldino e i caduti per Roma Capitale (1849-1870)”. Alle ore 17, si terrà una lettura drammatizzata su testo di Riccardo Cochetti, dedicato a questo evento storico.

Trame storiche, politiche e culturali, a partire dalla proclamazione della città come capitale dello Stato, saranno il tema del convegno: “Roma capitale: la città laica, la città religiosa 1870-1915”, organizzato dalla Fondazione Camillo Caetani. Le sessioni si alterneranno dal 21 al 24 settembre in Campidoglio, Palazzo Caetani, Istituto Sturzo e Discoteca di Stato.

Anche il cimitero Verano commemorerà i 150 anni di Roma Capitale con un interessante e istruttivo percorso fra i sepolcri. Domenica 20 settembre, alle ore 10 e alle 14, si terrà l’itinerario “Una passeggiata tra i ricordi: Roma capitale e il nuovo volto della città”. Un cammino che si svolgerà dal monumento funebre a Mameli che morì per Roma, fino al monumento per la Liberazione di Roma, dove sono ricordati i caduti del 1870.