Magi (+Europa): “Alleanza col PD? Dipende dalle loro poltrone, non dalle nostre”

Segretario Nazionale dei Radicali Italiani e promotore di Più Europa: “Hanno dimostrato poca onestà intellettuale”. Su Atac: “La giunta sta truffando i cittadini”

Riccardo Magi, Segretario Nazionale dei Radicali Italiani e promotore di Più Europa, riguardo la possibile alleanza con il PD: “Non poniamo condizioni – ha affermato Magi a Radio Cusano Campus -. Noi proviamo a creare le condizioni affinchè la necessità di rilanciare l’Italia a livello europeo sia condivisa anche da altri. E’ evidente che ci sono forze politiche molto distanti e altre come il Pd che sicuramente sono più vicine. Ma il Pd finora è troppo timido, troppo poco radicali su questi obiettivi. Decideremo entro questa settimana e poi faremo un’assemblea pubblica il prossimo 14 gennaio”.

“Fastidio per le accuse del Pd sulle poltrone? Più che fastidio, denotano poca onestà intellettuale, perché non hanno raccontato il pasticcio che loro per primi hanno creato col Rosatellum. Il nostro problema non era fare una trattativa sulle poltrone, il problema casomai sono le poltrone loro perché, per poter andare in apparentamento con questa pessima e anticostituzionale legge che loro hanno scritto, avremmo dovuto iniziare a raccogliere firme da domani conoscendo anche i loro candidati nei collegi uninominali, cosa che loro per primi non erano in grado di indicarci”.