Terremoto a Ischia, geologi: “Folle morire per sisma di questa entità” [VIDEO]

Si continua a scavare a mani nude, mentre è già polemica sui social network. Camere degli hotel a disposizione dei terremotati

Mentre a Ischia dopo il terremoto si continua a scavare, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è giunto nella sede della Protezione Civile in Via Vitorchiano a Roma e ha preso parte al Comitato Operativo.

Intanto dopo le vittime per l’ennesima scossa già è polemica. Francesco Peduto, presidente del Consiglio nazionale dei Geologi, sbotta: “E’ allucinante morire per un sisma di questa entità”, “lascia perplessi come un sisma della magnitudo di quello di Ischia possa provocare danni e vittime nel nostro Paese”.

Peduto sottolinea: dopo il terremoto del Centro Italia a un anno dal sisma non si è fatto nulla. Solo chiacchiere.

Il presidente dei Geologi italiani punta il dito contro istituzioni e politica: “Il governo e il parlamento si assumano la responsabilita’ di decidere in proposito senza farsi distogliere da interessi e lobby varie. Le misure per la prevenzione non possono non essere al centro dell’agenda del prossimo governo”.

Geologi che non escludono che nelle prossime ore, nei prossimi giorni, ci possano essere altre scosse.

Isola nel caos dopo il terremoto a Ischia

Intanto Federalberghi Ischia con i suoi soci ha deciso di mettere a disposizione gratuitamente le camere delle proprie strutture ricettive per le popolazioni e gli ospiti dei comuni di Casamicciola Terme e Lacco Ameno, colpite dal sisma. Gli alloggi sono disponibili nei comuni che non sono stati interessati dagli eventi sismici. Federalberghi Ischia informa inoltre che sta procedendo in tal senso in stretto contatto con il Centro Operativo della Protezione Civile.

Il Comune di Ischia ha aperto lo stadio Vincenzo Rispoli per chi voglia trascorrere la notte all’aperto. Nel Comune di Ischia, dove non ci sarebbero sfollati, non si registrano crolli o danni a cose o persone, a differenza del vicino comune di Casamicciola, che e’ stato duramente colpito.

Comments