Terremoto a Ischia, “Casamicciola è distrutta”. In arrivo rinforzi da Napoli [VIDEO]

"La testimonianza, “all’improvviso la casa non c’era più”. La portata dei danni del terremoto che ieri sera alle 20,57 ha colpito l'isola di Ischia è collegabile anche alla particolare natura geologica, 'friabile' e 'instabile', dell'isola

Ore di paure dopo il terremoto a Ischia. Il sindaco Enzo Ferrandino, interpellato al telefono sulla scossa che ha colpito l’isola racconta: “Sta arrivando da Napoli un traghetto carico di auto della polizia e di mezzi dei vigili del fuoco per contribuire ai soccorsi, mentre per ora non sono previste corse speciali in partenza per Napoli”. “Nel Comune di Ischia per il momento non si registrano danni gravi a cose o persone, purtroppo da Casamicciola giungono notizie di vittime“.

Nessun paziente e nessun operatore dell’ospedale Anna Rizzoli di Lacco Ameno, evacuato dopo il terremoto che ha colpito Ischia, e’ rimasto ferito. Lo riferisce in una nota l’Asl di Napoli 2 Nord, precisando che al momento vengono assistiti circa 60 pazienti gia’ in precedenza in degenza presso il Rizzoli e 26 persone feritesi a seguito della scossa.

La portata dei danni del terremoto che ieri sera alle 20,57 ha colpito l’isola di Ischia (la scossa e’ stata di magnitudo 4 ad una profondita’ di soli 5 km, elemento che ha amplificato i danni) e’ collegabile anche alla particolare natura geologica, ‘friabile’ e ‘instabile’, dell’isola.

Ischia, secondo l’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, rappresenta la porzione sommitale di un apparato vulcanico alto circa 900 m dal fondo del mare. Essa copre un’area di circa 46 km/q e raggiunge un’altezza massima di 787 m s.l.m., in corrispondenza del Monte Epomeo, situato nella parte centrale dell’isola.

Terremoto a Ischia, anche bambini sotto le macerie. Estratte vive due persone [VIDEO]

LA TESTIMONIANZA

“Ero in casa e all’improvviso ha iniziato a crollare tutto, i mobili, gli oggetti. La casa vicino alla mia all’improvviso non c’era piu’. E’ la cosa piu’ brutta che mi sia mai capitata”. Maddalena vive da qualche anno a Ischia, abita a Casamicciola, a pochi passi dalla casa crollata per la scossa di terremoto di questa sera.

La protezione civile l’ha riaccompagnata a casa per mettere poche cose in un trolley, il suo appartamento e’ lesionato, questa notte si fara’ ospitare da amici. Mentre si allontana, racconta i momenti della scossa: “Ha iniziato a tremare tutto, andava tutto giu’, tutta la cucina, tutto. Io sono uscita sul terrazzo dove sapevo di non avere case attorno, si e’ sentito un crollo e puzza di gas. Poi sono uscita dall’altro lato dove c’erano case crollate, ora stanno scavando, ci sono un sacco di dispersi, un casino. Subito hanno iniziato a scavare tutti quelli che c’erano, poi sono arrivati i soccorsi”.

SEGUI ITALIACHIAMAITALIA SU FACEBOOK PER RESTARE AGGIORNATO