Sorriso (MAIE) su Rai Italia: “Basta partiti tradizionali, scendiamo in campo come italiani all’estero” [VIDEO]

Capolista MAIE al Senato in Nord e Centro America: “Siamo un movimento di italiani all'estero nato all'estero, i partiti tradizionali, i partiti romani, hanno fallito. Hanno distrutto il Sistema Italia nel mondo”

#VIDEO IMPERDIBILE, GUARDA! Capolista MAIE al Senato in Nord e Centro America: “Siamo un movimento di italiani all'estero nato all'estero, i partiti tradizionali, i partiti romani, hanno fallito. Hanno distrutto il Sistema Italia nel mondo” ItaliachiamaItalia rilancia l'intervento di Augusto Sorriso, capolista al Senato nel Nord e Centro America con il #MAIE, durante le Tribune Elettorali di #RaiItalia in vista delle elezioni politiche: "Siamo un movimento di italiani all'estero nato all'estero, i partiti tradizionali, i partiti romani, hanno fallito. Hanno distrutto il Sistema Italia nel mondo. È ora di affidarsi a un movimento come il MAIE che pensi soltanto a difendere diritti e interessi di noi residenti oltre confine".

Pubblicato da ItaliachiamaItalia su giovedì 15 febbraio 2018

ItaliachiamaItalia.it rilancia l’intervento di Augusto Sorriso, capolista al Senato nel Nord e Centro America con il MAIE, durante la Tribuna Elettorale di Rai Italia in vista delle elezioni politiche: “Siamo un movimento di italiani all’estero nato all’estero, i partiti tradizionali, i partiti romani, hanno fallito. Hanno distrutto il Sistema Italia nel mondo”, è l’accusa di Sorriso, il quale invita gli elettori ad “affidarsi a un movimento come il MAIE che pensi soltanto a difendere diritti e interessi di noi residenti oltre confine”.

“Dai partiti solo chiacchiere da anni – prosegue il candidato MAIE, gli eletti nei partiti tradizionali non hanno mai pensato davvero a noi italiani nel mondo. In Italia tutti parlano degli immigrati, va bene. Ma chi parla di noi italiani residenti all’estero?”.

Sorriso si toglie anche qualche sassolino dalla scarpa, nei confronti dell’On. Fucsia Nissoli, soprattutto, che “per quattro anni e mezzo ha sostenuto i governi di sinistra e poi è passata al centrodestra, improvvisamente fulminata sulla via di Damasco”.

Nissoli, sottolinea Sorriso rivolgendosi a Giulio Terzi, ha dato il suo sostegno a un governo che ha portato avanti decisioni scellerate nei confronti degli italiani nel mondo, tra tagli ai fondi alla cultura italiana nel mondo e tasse continue, persino sulla cittadinanza italiana, un diritto costituzionale.

Comments