Ricardo Merlo (MAIE), “sugli italiani all’estero Salvini ha mantenuto la parola” [VIDEO]

Il sottosegretario agli Esteri, il senatore del MAIE Ricardo Merlo: “Sapevo che Salvini aveva detto che in caso di governo avrebbe messo un italiano all'estero in questo ruolo, e così è stato"

Sen. Ricardo Merlo, sottosegretario agli Esteri e presidente del MAIE

Il sottosegretario agli Esteri, Sen. Ricardo Merlo, oggi è stato ospite del programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, la trasmissione condotta da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari.

“Sarei diventato sottosegretario anche non votando la fiducia al governo Conte? Non so, non credo”, ha detto il presidente del MAIE, il Movimento Associativo Italiani all’Estero, che insieme alla Lega e al M5S forma il governo Conte.

Merlo in radio ha raccontato di aver saputo dai giornali di essere stato nominato sottosegretario, “sapevo che Salvini aveva detto che in caso di governo avrebbe messo un italiano all’estero in questo ruolo, e così è stato”.

Lei è argentino: come tutti i suoi connazionali ha un soprannome?

“Si, mi chiamano il Cabezon, il ‘testone’, perché quando giocavo a calcio segnavo sempre di testa. Ero nell’Old Boys, una squadra di Buenos Aires, ero un centrale alla Pirlo”.

Ai mondiali fa il tifo per l’Argentina?

“Sì, visto che non c’è l’Italia. L’allenatore Sanpaoli mi sembra un pazzo scatenato però, non mi piace per niente”.

E’ vero che lei è un amante dei balli latino americani?

“Sì, so ballarli tutti: salsa, merengue ed un po’ di tango”. E per dimostrarlo, il sottosegretario si è lanciato in un ballo sudamericano in diretta su Rai Radio1.