Anche una “nonna italiana” residente in Argentina tra le vittime dell’attentato a Barcellona

Aveva 80 anni, Carmen Lopardo, e viveva a Buenos Aires, nella zona ovest. Si tratta di zone dove i vincoli con regioni quali appunto la Basilicata o la Calabria non si sono mai persi. E che oggi sono in lutto

Carmen Lopardo

Sono giorni di tragiche notizie, una dopo l’altra. Anche una italiana residente in Argentina tra i morti dell’attentato a Barcellona. In Spagna a causa della follia umana ha perso la vita Carmen Lopardo, 80 anni, la “nonna italiana” che da oltre sessanta anni ormai viveva in Argentina. Originaria della provincia di Potenza, l’unica colpa di Carmen è stata quella di trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato.

Carmen, nata il 16 luglio del 1937, aveva appena 12 anni quando nel 1950 con la sua famiglia aveva lasciato Sasso di Castalda per trasferirsi in Argentina.

Viveva nella popolosa zona ovest di Buenos Aires, la “abuela italiana”, nell’area di Caseros e 3 de Febrero, in uno dei tanti quartieri della capitale dove la comunita’ italiana e’ molto presente, in particolare quella lucana: sono circa 60 mila, tra immigranti e discendenti, in tutta l’Argentina. Si tratta di zone dove i vincoli con regioni quali appunto la Basilicata o la Calabria non si sono mai persi. E che oggi sono in lutto nel ricordo di Carmen.

Condoglianze “alla famiglia della signora Carmen Lopardo, 80 anni, cittadina italiana residente nel nostro paese da piu’ di 60 anni” da parte del ministero degli Esteri argentino, che in una nota sottolinea “la ferma condanna dell’Argentina al terrorismo in tutte le sue manifestazioni”.

Il Ministro degli Esteri Angelino Alfano ha telefonato ai figli di Carmen per esprimergli il proprio cordoglio. Il titolare della Farnesina, inoltre, si recherà domani, 20 agosto, a Barcellona. Alle 15:30 passerà dal Consolato Generale d’Italia, dove incontrerà le famiglie delle vittime e dei feriti.

Il risveglio di Barcellona dopo l’attentato

IN OSPEDALE ANCORA 54 FERITI Nel frattempo sono 11 le persone identificate finora dalle autorità tra le 14 vittime degli attentati di giovedì scorso a Barcellona e Cambrils, in Spagna, mentre sono 54 i feriti ancora ricoverati in ospedale, sui 130 complessivi.

Tre gli italiani morti sulla Rambla di Barcellona. Oltre a Carmen Lombardo, Bruno Gulotta, 35 anni, in vacanza con la moglie e i due figli piccoli, e Luca Russo, 25 anni, in visita nella città con la ragazza, rimasta ferita.

Attentato a Barcellona, due italiani tra le vittime: sono Bruno Gulotta e Luca Russo

SEGUI ITALIACHIAMAITALIA SU FACEBOOK, PER TE CONTENUTI ESCLUSIVI

Comments