Brasile, dal 14 agosto passaporti un po’ più semplici

Con un messaggio via Twitter, l’Ambasciatore d’Italia in Brasile, Antonio Bernardini, ha comunicato che dal 14 agosto prossimo anche nel Paese sudamericano entrerà in vigore quella che è comunemente denominata come ‘la postilla della Convenzione de L’Aia’. Un cambiamento per l’ottenimento della cittadinanza italiana che renderà meno burocratico tutto il processo. Il trattato abolisce la convalida e la legalizzazione presso le rappresentative diplomatiche estere di quei documenti, come certificato di nascita o di matrimonio, che sono necessari per raggiungere la doppia cittadinanza.

Il provvedimento porterà effetti positivi anche per quello che riguarda le transazioni commerciali, i documenti giuridici e quelli legati alla istruzione, quando le due nazioni, in questo caso Italia e Brasile, fanno parte del patto.

In Brasile la ‘postilla della Convenzione de l’Aia’ è stata approvata con un decreto dell’allora presidente Dilma Rousseff l’1 febbraio scorso. Con entrambe le nazioni che fanno parte del ‘patto’ sarà meno complicato ottenere per i brasiliani la cittadinanza italiana, ma anche per il caso contrario.

Finora infatti chi voleva iniziare il processo per ottenere la cittadinanza italiana, doveva far convalidare e legalizzare tutti i documenti richiesti nelle rappresentanze diplomatiche dell’Italia. Si tratterà comunque soltanto di un alleggerimento burocratico, e nient’altro, perchè la ‘postilla’ non altererà i criteri seguiti per la concessione della stessa: tutte le restanti fasi infatti rimarranno esattamente le stesse. Si tratterà alla fine di un risparmio di tempo e di denaro, ma che sicuramente sarà apprezzato dagli interessati.

NESSUN COMMENTO

Comments