Voto italiani all’estero, Ciliberto e Tagliaretti candidati con Civica Popolare

"Accettare di candidarsi per delle elezioni così difficili, in un contesto politico così complicato e confuso, richiede molto coraggio e anche un briciolo di pazzia”

“Con la presentazione delle liste elettorali lo scorso lunedì siamo entrati nel vivo della campagna elettorale per le prossime consultazioni del 4 marzo che vedranno, per la prima volta, anche candidati non residenti all’estero. Tra i candidati ci saremo anche noi, in lista alla Camera dei Deputati per Civica Popolare”. Lo annunciano in una nota congiunta Angela Ciliberto e Luca Tagliaretti.

“Accettare di candidarsi per delle elezioni così difficili, in un contesto politico così complicato e confuso, richiede molto coraggio e anche un briciolo di pazzia – continuano -. Si può fare solo in un’ottica di servizio ai nostri connazionali e come argine al populismo anti europeo e al pregiudizio verso gli italiani all’estero. Proprio gli attacchi continui contro il voto all’estero, contro la nuova emigrazione, contro Comites e CGIE ed anche, in alcune occasioni, direttamente contro alcuni membri di questi organismi democraticamente eletti, oltre ad essere intollerabili, fanno parte di una strategia tesa a delegittimare tutta la rappresentanza degli italiani all’estero. È importante, quindi, che i nuovi eletti siano persone radicate sul territorio e con la sensibilità e l’esperienza adatte a capire e difendere le complesse esigenze delle comunità italiane e dei suoi organi di rappresentanza”.

“L’esperienza nei Comites e nel CGIE costituisce, infatti, un valore aggiunto per chi si vuole candidare a rappresentare la comunità tutta – concludono -. Riportiamo gli italiani all’estero al centro del dibattito politico”.