Venezuela, a Caracas fino al 24 marzo il Festival del Cinema Europeo

Tra i più premiati Toni Erdmann (Germania, 2016), vincitore di più di 30 riconoscimenti internazionali, inclusi 5 premi del Cinema Europeo 2016

Si conclude il 24 marzo il Festival del Cinema Europeo “Euroscopio” che, a Caracas, ha celebrato la sua XIII edizione con una ampia varietà di proposte cinematografiche. Iniziato lo scorso 10 marzo, il Festival ha permesso agli ospiti di ammirare le espressioni creative d’Europa. 14 i titoli provenienti da 8 paesi europei (Germania, Spagna, Francia, Italia, i Paesi Bassi, Polonia, il Regno Unito e Svizzera), che sono stati proiettati in sale commerciali e indipendenti di Caracas e in altre città del Venezuela.

Tra i più premiati Toni Erdmann (Germania, 2016), vincitore di più di 30 riconoscimenti internazionali, inclusi 5 premi del Cinema Europeo 2016 (miglior film, regia, sceneggiatura, attrice ed attore), PremioFIPRESCI del Festival di Cannes 2016, finalista all’Oscar come miglior film straniero 2017. Il festival Euroscopio 2017 è stato organizzato dalla Delegazione dell’Unione Europea in Venezuela, le Ambasciate dei Paesi Membri dell’Unione Europea partecipanti e gli istituti culturali europei.

Inoltre con il contributo dell’Ambasciata Svizzera, la Fundación Cinemateca Nacional, el Circuito Gran Cine, la Alianza Francesa, il Göethe Institut, l’Istituto Italiano di Cultura e il British Council. Quest’edizione dell’Euroscopio coincide con la celebrazione del 60 anniversario del Trattato di Roma, dal quale si è dimostrata la volontà dei sei Stati fondatori dell’Unione Europea di creare uno spazio economico comune, il quale organizzerebbe le sue relazioni con il fine di prevenire nuovi conflitti tra i paesi europei.