Riforme, Alfano: senza Ncd nulla sarebbe stato possibile

Angelino Alfano, ministro dell’Interno e leader del Nuovo Centrodestra, conversando con i giornalisti al Senato ci tiene a sottolineare che senza il sostegno di Ncd le riforme del governo non sarebbero state possibili: invece “il riformismo nostro, liberale e popolare, si è incontrato con quello di Renzi, e questo ha fatto bene all’Italia”, dunque “è ovvio che senza di noi nulla di tutto questo sarebbe stato possibile”

"Riguardo la legge elettorale abbiamo detto sempre che questa è una legge che noi abbiamo votato e consideriamo buona – spiega Alfano – e che abbiamo ancora mezza legislatura se c’è qualche miglioramento da fare". Rispetto all’eventualità di posizioni difformi di singoli senatori del suo partito, il titolare dell’Interno spiega che "i senatori Ncd stanno sostenendo queste riforme” in maniera compatta.

Per l’ex delfino di Berlusconi “queste riforme sono una grande sfida tra chi vuole cambiare il sistema e chi vuole difenderlo. Noi stiamo dalla parte del cambiamento e siamo pronti in vista del referendum, che si terrà per la conferma dei testi approvati, a promuovere i comitati per il sì. Sarà molto divertente vedere chi salirà sui palchi del no e promuoverà i comitati per il no”.