Papa Benedetto XVI sotto attacco

Contro il Papa tedesco fu fatto un vero e proprio killeraggio. Purtroppo, questo killeraggio partì in gran parte proprio dai suoi compatrioti tedeschi

Papa Benedetto XVI
v

Le rivelazioni del libro postumo di Papa Benedetto XVI intitolato “Cos’è il Cristianesimo” scoperchiano un vero e proprio vaso di Pandora. Infatti, tali rivelazioni mettono in luce un conflitto all’interno della Chiesa, un conflitto nel quale il Papa fu coinvolto pesantemente. Contro il Papa tedesco fu fatto un vero e proprio killeraggio. Purtroppo, questo killeraggio partì in gran parte proprio dai suoi compatrioti tedeschi. Com’è noto, infatti, la Chiesa cattolica tedesca è in larga parte progressista. Tanti vescovi tedeschi (e non solo) hanno tendenze ad un progressismo molto spinto. Per esempio, essi sono favorevoli alla Comunione da dare anche ai protestanti e alle benedizioni di coppie omosessuali in chiesa. Figure come il cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco-Frisinga, ne sono l’esempio. Addirittura, la Chiesa cattolica tedesca vuole spingere verso la direzione prima citata, anche ricorrendo al Sinodo. Tutto ciò deve essere preso seriamente, perché si parla anche di un rischio scisma della Chiesa tedesca da Roma.

Del resto, la Germania è sempre stata storicamente riottosa a rispettare le direttive romane. Ancora oggi, si parla del Gruppo di San Gallo, un gruppo di vescovi e cardinali che si riunivano nella città svizzera di San Gallo (nota per la famosa abbazia) e che sostenevano le tesi progressiste.

Stando ad alcune rivelazioni fatte da un cardinale di cui non si conosce il nome e pubblicate dal vaticanista Lucio Brunelli, nel Conclave del 2005, i cardinali del Gruppo di San Gallo avrebbero votato l’allora cardinale Jorge Mario Bergoglio, arcivescovo di Buenos Aires, per non fare eleggere l’allora cardinale Joseph Aloisius Ratzinger.

Il cardinale argentino avrebbe implorato di non essere eletto e alla fine Ratzinger fu eletto e divenne Papa con il nome di Benedetto XVI. Il cardinale Bergoglio fu eletto Papa nel Conclave del 2013 ed è ancora oggi il Papa regnante col nome di Francesco. Papa Benedetto XVI conosceva la situazione. Egli si contrappose al progressismo e questo gli costò numerosi attacchi partiti dall’interno della Chiesa stessa.

Sembra che il vaso di Pandora sia stato aperto e di certo Papa Benedetto XVI sta facendo più chiasso ora che non c’è più che quando era ancora tra noi.