Michele Colosio ucciso in Messico, l’interrogazione Pd al governo

“Ci rivolgeremo immediatamente al governo affinché le nostre autorità chiedano a quelle messicane di fare immediata chiarezza sulla vicenda”

“La morte violenta a San Cristobal de Las Casas, nello stato messicano del Chiapas, di Michele Colosio, un volontario che da dieci anni seguiva progetti di protezione civile a sostegno degli abitanti della zona, lascia addolorati e sgomenti”. Lo dichiarano in una nota le deputate del PD: Francesca La Marca (Rip. Nord-Centro America), Lia Quartapelle (Commissione Esteri), Angela Schirò (Rip. Europa).

“Il quarantenne volontario del Bresciano era uno dei tanti oscuri e meritevoli protagonisti della protezione civile che in tutto il mondo offrono le loro energie e capacità per sostenere, anche a rischio della propria salute e della propria vita, popolazioni esposte al bisogno e al pericolo.

Chi in Messico lo ha conosciuto, ricorda e rimpiange un uomo sereno, generoso e disponibile con tutti, pronto ad avviare attività che potessero rivelarsi utili per il miglioramento del difficile contesto locale. Un italiano che pur immerso profondamente nelle iniziative e nelle attività da lui avviate e consolidate in terra messicana, aveva conservato rapporti vivi e frequenti con i luoghi di origine.

Esprimiamo la nostra commossa solidarietà per questa ennesima vittima della solidarietà internazionale e le nostre condoglianze ai familiari colpiti da un lutto grave e da un dolore che non trova rimedio nemmeno nella nobiltà della causa che Michele aveva deciso di servire.

Ci rivolgeremo immediatamente al governo affinché le nostre autorità chiedano a quelle messicane di fare immediata chiarezza sulla vicenda, chiarendone le responsabilità e assicurando i colpevoli alla giustizia”.