Italia-Messico, La Marca (Pd) relatrice in Aula per accordo doganale

L’On. Francesca La Marca, Pd, su mandato della Commissione Esteri della Camera, è stata relatrice in Aula del provvedimento di ratifica ed esecuzione dell’accordo di mutua assistenza amministrativa in materia doganale, approvato in via definitiva.

Con l’accordo si perfeziona l’impegno dei due Paesi a fornirsi reciproca assistenza e cooperazione per assicurare la corretta applicazione delle rispettive legislazioni e migliorare le azioni di accertamento e repressione delle violazioni perpetrate a danno delle normative doganali. In concreto, le autorità doganali si impegnano a scambiarsi documenti e ad esercitare una particolare sorveglianza su persone e merci presumibilmente coinvolte in violazioni di legge.

L’accordo, in particolare, consentirà altresì di migliorare il contrasto al traffico illecito degli stupefacenti, ma, nello stesso tempo, è diretto anche ad agevolare e semplificare le procedure doganali connesse a ogni legittima transazione, rendendo più trasparente l’interscambio commerciale e meno oneroso il compito degli operatori.

Nella sua relazione, la parlamentare ha ribadito che l’intesa “consentirà di perfezionare ulteriormente la cornice giuridica di supporto al complesso delle relazioni economico-commerciali bilaterali tra il nostro Paese e gli Stati uniti messicani. Tali relazioni hanno conosciuto un notevole incremento nel corso degli ultimi anni, ma le potenzialità di ulteriore sviluppo restano ancora notevolissime. Evidenzio, al proposito, che l’interscambio commerciale bilaterale è superiore a quello che l’Italia ha con qualsiasi altro Paese latinoamericano.

Alla base di questa evoluzione positiva – ha continuato la relatrice – ci sono le opportunità offerte dalle politiche economiche del Messico. Va ricordata, infine, anche la significativa complementarietà economica che si registra tra il nostro Paese ed il Messico, alla quale corrisponde una comunanza di vedute ed una valutazione comune sui più importanti problemi dell’agenda internazionale, come è stato rilevato dal Presidente della Repubblica Mattarella nel corso della sua visita nel paese latinoamericano”.