In un libro le vite straordinarie degli italiani di Francia

Di Maio: 'Con Francia profonda amicizia. Nostra sorella latina'. Vignali, Direttore Generale della Farnesina per gli Italiani all'Estero e le Politiche Migratorie, parla di un'iniziativa che "mette insieme memoria, arte e storia di una comunità" oltre che onorare la "straordinaria amicizia" franco-italiana

di Paolo Levi – ANSA

Vite straordinarie, che contribuiscono a intessere quel rapporto unico e indissolubile che unisce l’Italia e la Francia: un folto pubblico ha assistito a Parigi alla presentazione del libro ‘L’Italia del Pe’re-Lachaise. Vies extraordinaires des Italiens de France et des Francais d’Italie’, ulteriore testimonianza – se mai ce ne fosse bisogno – dell’eterno legame che lega due nazioni cardine dell’Europa.

Il volume di circa 300 pagine, curato da Costanza Stefanori per le edizioni Skira, ripercorre le storie di 59 personalita’ di origine italiana sepolte al Pe’re-Lachaise, il piu’ celebre e monumentale dei cimiteri parigini: Amedeo Modigliani, Gioacchino Rossini, Giuseppe De Nittis, Vincenzo Bellini o Piero Gobetti, ma anche altri immeritatamente finiti nell’oblio come l’artista circense Antonio Francon o il clown Achille Zavatta. Altrettante espressioni di una relazione, quella tra Italia e Francia, che dopo gli attriti politici dello scorso anno tiene ora a celebrare Luigi Di Maio.

“Le storie di cosi’ tanti personaggi illustri – afferma il ministro degli Esteri nella prefazione – consentono di esaltare il profondo legame di amicizia tra l’Italia e la Francia, nostra ‘Sorella Latina’, anche nel percorso verso l’Unita’ italiana”. Oltre che “riscoprire una identita’ tutta italiana ma al tempo stesso francese e profondamente europea”, come ha detto l’ambasciatrice d’Italia in Francia, Teresa Castaldo, nel discorso pronunciato dinanzi alla folta platea, tra cui l’attrice Monica Bellucci, che ha partecipato alla presentazione del libro nell’antico teatrino siciliano dell’ambasciata in Rue de Varenne.

Rendendo omaggio ad un progetto editoriale che “testimonia la solidita’ e l’indissolubilita’, come spesso ripetuto dal nostro presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dei rapporti tra i due popoli, uniti da vincoli di una forza ed una intensita’ che non ha pari nel panorama delle relazioni internazionali del nostro Paese”, Castaldo ha quindi salutato il “rinnovato dinamismo delle relazioni italo-francesi”, alla vigilia del vertice di Napoli il 27 febbraio.

‘L’Italia del Pe’re-Lachaise’ e’ anche frutto della tenacia e dell’entusiasmo della Console Generale d’Italia a Parigi, Emilia Gatto, al lavoro su questo progetto da oltre due anni e che ha detto di sentire una “fortissima gioia perche’ siamo giunti a questo giorno magnifico, in cui vediamo realizzarsi un sogno”. Mentre il Direttore Generale della Farnesina per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie, Luigi Maria Vignali, presente a Parigi per partecipare alla cerimonia, ha insistito sull’importanza di un’iniziativa che “mette insieme memoria, arte e storia di una comunita’” oltre che onorare la “straordinaria amicizia” franco-italiana.

Corredato da una mappa ad hoc del Pe’re-Lachaise e una specifica app da scaricare sullo smartphone, il progetto editoriale e’ stato sviluppato anche grazie al contributo dei Comites, Comitato elettivo degli italiani residenti all’estero di Parigi. Dopo la presentazione a Parigi, il volume riccamente illustrato verra’ presentato lunedi’ a Palazzo Farnese, sede dell’ambasciata di Francia a Roma.