Green Pass, al via i gates automatici per il controllo degli accessi

Sono cominciate le installazioni di barriere automatiche per il controllo del Green Pass, temperatura e presenza mascherina per gli accessi a ristoranti, palestre, spa, teatri, scuole, amministrazioni pubbliche

Chi non ha il Green Pass da oggi si vedrà rifiutato l’ingresso nei locali da un cancello automatico. Dopo le scelte del Governo Draghi di adottare la certificazione verde sono tante le attività che stanno installando delle barriere automatiche per garantire il controllo degli ingressi in un edificio solo a chi è munito di Green Pass.

Per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche (decreto-legge) dal 6 agosto è previsto infatti l’obbligo di controllo del Green Pass al fine di poter accedere a:

• Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
• Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
• Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
• Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di
strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
• Sagre e fiere, convegni e congressi;
• Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
• Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione
dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
• Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
• Concorsi pubblici.

Molte di queste attività da oggi stanno installando dei cancelli automatici con un lettore in grado di leggere il Green Pass dei clienti ed aprire in automatico le sbarre, per consentire l’ingresso solo in caso di esito positivo del controllo.

“La tecnologia oggi ci permette di rilevare, oltre alla presenza del Green Pass anche la temperatura corporea e la presenza della mascherina, grazie ad un sistema avanzato di riconoscimento facciale. Un grande vantaggio che permette di evitare l’impiego di una persona fissa all’ingresso per effettuare i dovuti controlli”, spiega Lorenzo Ducati di Ducati Home Automation, la prima azienda italiana ad aver investito in questo nascente settore.

Dispositivi avanzati che grazie al lettore di codice QR del Green Pass, ad uno scanner facciale che verifica anche la temperatura e la presenza mascherina sono in grado di bloccare fisicamente con una barriera automatica chi non ha i requisiti per entrare.

“Il successo di queste soluzioni viene dal fatto che sono barriere già pronte all’uso e posizionabili facilmente all’ingresso del locale mediante delle ruote. E per funzionare hanno solo bisogno di una presa elettrica ed una connessione WiFi per poter rendere operativo il sistema di controllo accesso”, conclude Lorenzo Ducati.