FARNESINA | Lunedì Stati Generali della lingua italiana nel mondo, apre i lavori il presidente Mattarella

La sessione sarà moderata dal Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese, Lorenzo Angeloni. Chiude i lavori il Sottosegretario Della Vedova

Lunedì 29 novembre 2021, dalle ore 10.00, si terranno alla Farnesina gli Stati Generali della lingua e della creatività italiane nel mondo.

In apertura dei lavori interverranno: il Signor Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, la Ministra dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa (con un video-messaggio), e la Sottosegretaria all’Istruzione, Barbara Floridia.

La sessione sarà moderata dal Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese, Lorenzo Angeloni. Alle ore 10:45 si svolgerà il dibattito “Verso l’Italiano di domani”, moderato dalla Vice Direttrice Generale / Direttrice Centrale per la promozione della cultura e della lingua italiana, Cecilia Piccioni.

Nel corso del dibattito saranno presentati i risultati del lavoro dei quattro Tavoli tematici che hanno contribuito a preparare l’evento: il Tavolo “L’Italiano nel mondo: formazione” – Relatore: Tiziana Lippiello, Rettrice Università Ca’ Foscari il Tavolo “L’Italiano nel mondo: divulgazione” – Relatore: Massimo Bray, Direttore Generale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani il Tavolo “L’Italiano: fonte di creatività” – Relatore: Claudio Fasulo, Vice Direttore, Rai 1 il Tavolo “L’Italiano: motore del Made in Italy e dell’innovazione” – Relatore: Mauro Porcini, Senior Vice President e Chief Design Officer, PepsiCo

Alle ore 12.15 è previsto l’intervento conclusivo del Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Benedetto Della Vedova, e l’adozione del documento “Verso l’italiano di domani. La lingua italiana ambasciatrice della creatività italiana e del Made in Italy”, il cui curatore è Severino Salvemini, dell’Università Commerciale Luigi Bocconi.