Carta d’identità elettronica per gli italiani all’estero, Nissoli (Fi) interroga Lamorgese e Di Maio

“Tale Carta di identità elettronica non viene ancora rilasciata dai comuni agli iscritti AIRE, pur recandosi personalmente all’ufficio competente del comune di origine”. Questo per Nissoli “è un disservizio che deve essere colmato al più presto”

Fucsia Nissoli, deputata di Forza Italia eletta nella ripartizione estera Nord e Centro America, oggi ha depositato una interrogazione al Ministro dell’interno e al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale chiedendo “di rendere noti i motivi dei ritardi e degli ostacoli che ancora si frappongono al rilascio della CIE, per gli iscritti AIRE, da parte dei comuni, e con quali tempi intendano superare tali ritardi per l’erogazione del suddetto servizio”.

Infatti – si legge in una nota dell’ufficio stampa di Nissoli – nonostante che dal 20 settembre scorso la CIE sia già rilasciata dai consolati italiani, nelle sedi “pilota”, lasciando intendere si siano risolti i problemi tecnico-organizzativi, tale Carta di identità elettronica non viene ancora rilasciata dai comuni agli iscritti AIRE, pur recandosi personalmente all’ufficio competente del comune di origine”. Questo per Nissoli “è un disservizio che deve essere colmato al più presto”.