Al via i saldi a Roma e nel Lazio

Una shopping experience da non perdere, ricordando anche i consigli delle associazioni di consumatori. Ecco quali sono

Il 5 gennaio nella capitale e nella regione si potrà usufruire degli sconti invernali. Il periodo dei saldi 2022 durerà 6 settimane, dal 5 gennaio al 16 febbraio. La data è stata stabilita lo scorso 26 novembre con una delibera della Giunta Regionale. Anche quest’anno le vendite scontate avranno luogo nel periodo di pandemia, con l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto.

Ricordiamo che il Lazio si trova in zona gialla dal 3 gennaio. Da sempre i saldi sono attesi con trepidazione ed entusiasmo dai romani, per l’emozione di procacciarsi il capo firmato, l’oggetto del brand del desiderio. Si fa la fila per entrare nei negozi e poi ci si mette a rovistare alla ricerca di ciò che è più adatto a noi. Anche alcuni commercianti approfittano di questo periodo di vendita nella speranza di far rifiorire un po’ i propri affari, tanto provati dal periodo della pandemia. Dal centro alla periferia i romani si muovono alla ricerca del capo firmato. Quasi un rito, da consumare da soli oppure in compagnia. A volte solo per curiosare, senza acquistare nulla.

Si passa tutto in rassegna, grandi brand, negozi in franchising, griffes e marche più in voga. Si passa tutto sotto setaccio, dall’abbigliamento, alle calzature, all’elettronica, all’oggettistica, allo sport, alla pelletteria. Nei centri commerciali, poi, è un’occasione per trascorrere qualche ora di relax. Fra una vetrina e un’altra, si può degustare una cioccolata calda, zucchero filato e qualche altro dolcetto natalizio. Oppure pranzare allo spazio restaurant. Anche le botteghe di quartiere vengono passate sotto la lente degli sconti.

E’ un’occasione per farsi conoscere anche da altri clienti, non solo da quelli più affezionati. In questo periodo ricordiamo anche i consigli delle associazioni di consumatori per evitare le truffe. Fra i suggerimenti al top, quello che il venditore è obbligato a sostituire la merce difettosa, oppure a restituire il denaro.