Siria, 45 morti dopo gli scontri

Continua a salire il bilancio delle vittime delle violenze che anche oggi si registrano in Siria. Secondo attivisti citati dalla tv al-Jazeera, i morti sono almeno 45. Stando ai Comitati di coordinamento locale in Siria (Lccs), tra le vittime vi sono almeno una donna e sei bambini.

Sul loro sito Internet, gli attivisti di Lccs denunciano l’uccisione da parte delle forze governative di 25 persone a Homs, citta’ della Siria centrale. Altre sette persone, riferiscono, sono state uccise a Daraa, nel sud (dove a meta’ marzo dello scorso anno sono iniziate le proteste antigovernative), cinque nei sobborghi di Damasco e due a Idlib, nella Siria nordoccidentale. Al momento non e’ chiaro dove siano morte le altre sei persone.

NESSUN COMMENTO

Comments