Sesso, gli italiani i più infedeli in Europa. A Roma e Milano si tradisce di più

Il traditore tipo ha un profilo socioeconomico tendenzialmente medio alto, con una sensibile presenza di liberi professionisti (15%), imprenditori (12%) e dirigenti (9%)

Italiani infedeli, almeno secondo il ‘Sondaggio 2018 sul tradimento in Europa’ condotto a marzo da ‘Incontri-ExtraConiugali.com‘, il portale dedicato a chi cerca un’avventura al di fuori della coppia. I dati parlano chiaro: tra i diversi Paesi Ue, l’Italia si piazza al primo posto per quanto riguarda le “scappatelle” extraconiugali.

Sul podio anche Spagna e Francia, rispettivamente al secondo e terzo posto per la propensione a tradire il partner da parte dei loro abitanti.

Per quanto riguarda lo Stivale, in particolare, secondo il sondaggio si tradisce al Nord come al Sud, dalla grande città al piccolo paesino. Tuttavia, in cima alla classifica delle città dove i tradimenti sono più frequenti c’è Roma, seguono Milano, Napoli, Genova, Palermo.

 

Il traditore tipo ha un profilo socioeconomico tendenzialmente medio alto, con una sensibile presenza di liberi professionisti (15%), imprenditori (12%) e dirigenti (9%). Si tradisce di più al mattino (47%) o durante la pausa pranzo (30%).

Il fondatore del sito spiega: “I motivi per cui si tradisce sono sempre quelli, uscire dalla routine e dalla noia (38%), scarsa attenzione dei partner ufficiali (33%), insoddisfazione per la propria vita sessuale (29%)”. Molte volte si tradisce dunque anche per noia, altre per gioco. Sempre più spesso, per puro piacere.