Serbia, Tadic: Popolo merita status candidato

La Serbia e il suo popolo "meritano lo status di paese candidato" a entrare nell’Unione europea, in quanto "il nostro obiettivo strategico e’ l’appartenenza all’Ue", di cui "condividiamo i valori". E’ quanto ha assicurato il premier serbo Boris Tadic, parlando solo in inglese davanti ai media, al termine dell’incontro bilaterale con l’Alto rappresentante Ue per la politica estera e di sicurezza comune Catherine Ashton. La riunione tra i due e’ avvenuta alla vigilia della riunione del Consiglio Ue affari generali, che deve discutere la questione in vista del vertice Ue di giovedi’ e venerdi’ che prendera’ la decisione finale.

"Abbiamo rispettato tutte le condizioni" richieste da Bruxelles, ha messo in avanti Tadic insieme agli "sforzi compiuti per trovare una soluzione e creare un’atmosfera pacifica anche se non e’ sempre statao facile". Per questo, ha continuato il premier, "spero che domani la Serbia abdra’ verso lo status di paese candidato", anche se, ha ammesso, "questo non e’ certo la fine del percorso" di Belgrado verso l’Ue.

"Questo e’ l’obiettivo strategico della Serbia e mio, e raggiungere questo accordo e’ importante per garantire migliori condizioni di vita a tutti nell’Europa sudoccidentale" dopo le "sofferenze" patite dalla regione balcanica negli anni Novanta, ha ricordato Tadic, per cui il raggiungimento dello status di paese candidato per Belgrado "non e’ solo qualcosa che riguarda me e la mia squadra" di governo "ma tutta la popolazione".

NESSUN COMMENTO

Comments