Regno Unito, Elisabetta regina della moda (a modo suo)

Il prossimo autunno inverno chi vestira’ Vivienne Westwood lo fara’ strizzando l’occhio alla Regina: la ex trasgressiva Dama dell’Impero britannico (ex musa dei Sex Pistols) ha dedicato la sua prossima collezione alla sovrana, con tanto di foulard in testa alle modelle in apertura della passerella.

Elisabetta trendsetter involontaria: una mostra da Selfridges celebra lo stile della Regina mentre, da cappellini a borsette, redingote in colori gioiello, Barbour, wellies e l’immancabile kilt contro i rigori del castello di Balmoral, l’ultraottuagenaria sovrana dei britannici e’ icona di ‘un certo stile’ che non piace solo alle sue coetanee, ma tenta, destrutturato, anche le giovanissime.
Prova ne e’ stato l’anno scorso, all’indomani del Royal Wedding, il trionfo della pelletteria Launer London che ha registrato una impennata di richieste tra clienti tra i 35 e i 50 anni dopo l’apparizione di uno dei loro modelli piu’ tradizionali, rettangolare, di pelle di vitello con doppio manico, al braccio di Elisabetta nelle navate di Westminster Abbey.

I vestiti della Regina, migliaia, catalogati minuziosamente e battezzati con nomi in codice, sono una uniforme, disegnati apposta per farla individuare tra la folla: Elisabetta e’ minuta di corporatura ma il suo stile inconfondibile la fa notare.

‘Vestire la Regina significa creare qualcosa per la donna piu’ famosa del mondo, una donna che e’ vista da piu’ persone di chiunque altro’, ha detto alla Bbc Stewart Parvin, 45 anni, che dal 2000 lavora sull’abbigliamento della sovrana in collaborazione con Angela Kelly, la sarta di Buckingham Palace, prendendo il posto di Bobo MacDonald, figlio di un ferroviere, che per 60 anni e’ stato per ‘Lilibet’ piu’ che uno stilista, un confidente.

Nulla ovviamente viene lasciato al caso. Le scarpe, ad esempio, con tacco squadrato di 5 centimetri, vengono indossate preventivamente da una assistente per ammorbidirle. E anche se, come ha detto Parvin al Sunday Times, la Regina ‘non suda’, i suoi abiti sono trattati per non fare grinze.

Secondo la biografa Sarah Bradford nell’ultimo anno Elisabetta ha sviluppato ‘uno stile piu’ forte’ soprattutto sul fronte del colore e degli accessori: ‘Non veste come una celebrita’ ma e’ consapevole di avere un certo glamour e le piace’. Cinque anni fa del resto la Regina e’ entrata nella lista delle 50 donne piu’ alla moda del mondo con le top Kate Moss, Claudia Schiffer e Naomi Campbell.

E’ evidente che fin da quando, negli anni Cinquanta, col suo vitino di vespa, incarnava la moda dell’epoca, la sovrana e’ sempre stata, alla sua maniera, stylish. Ma il paradosso e’ che e’ negli ultimi tempi ha fatto tendenza. ‘Sei o sette anni fa – ha detto Paula Reed, la direttrice della rivista britannica Grazia – improvvisamente tutto quello che evocava la tradizione British era di moda e alla sfilata di Dolce e Gabbana le modelle portavano gonne di tweed sotto il ginocchio, foulard in testa e grandi borsette rettangolari. L’ispirazione era lei, la Regina’.

NESSUN COMMENTO

Comments