Lucia Annunziata pronta a tornare con speciali serali

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 75

Con buoni ascolti si e’ chiusa ieri, con un’intervista al sindaco di Firenze Matteo Renzi la stagione di In Mezz’ora, il programma di Lucia Annunziata in onda la domenica su Raitre. La puntata ha ottenuto lo share del 9.65% con 1 milione 429 mila spettatori.

Annunziata, gia’ editorialista de La Stampa e’ stata presidente della Rai e direttore del Tg3 e dell’agenzia di stampa Ap.biscom oltre ad aver lavorato negli Usa come inviato di Repubblica, con In 1/2 ha saputo ribadire la sua vocazione ad una informazione che fa parlare i fatti e i discorsi intorno ai fatti. Da settembre sara’ anche direttrice dell’Huffington Post Italia, ma conferma la volonta’ si tornare anche nella prossima stagione con il suo programma: ‘dovremmo inoltre rientrare con gli speciali serali del lunedi’ Poteri. Ma probabilmente con questi partiremo da gennaio’.

Nonostante l’inedita fascia oraria (14.30) e la concorrenza con sport e intrattenimento, ‘In 1/2h’ ha registrato in termini d’ascolto risultati ‘piu’ che soddisfacenti’ conferma la giornalista: in 35 puntate ha raggiunto in media, uno share dell’8.12% con punte di oltre il 12%, e una media di spettatori di 1 milione 486 mila. Tra gli ospiti di questa stagione il premier Mario Monti, il ministro della Giustizia Paola Severino, il ministro allo sviluppo Economico, Corrado Passera, il ministro della Difesa, ammiraglio Giampaolo Di Paola,l’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti, il presidente del Senato Renato Schifani, il segretario nazionale del Pdl Angelino Alfano, Susanna Camusso, segretario generale della Cgil. Aveva creato polemiche all’interno soprattutto del Pdl l’intervista all’ ex terrorista militante di Prima Linea Sergio Segio. Polemiche che Annunziata in quell’occasione respinse cosi’: ‘rispettati contraddittorio e par condicio’. Insieme con Sergio c’era anche Sabina Rossa, deputato Pd e figlia di Guido Rossa il sindacalista ucciso nel ’79 dalle Br’.

In merito alla sua prossima avventura da direttore dell’Huffington Post italiano a partire da settembre, Annunziata non si sbilancia: ‘Ci vorra’ un po’ di tempo per mettere in piedi il prodotto. Occorre lavorare per gradi. Ma soprattutto trovo fuori luogo fare grandi annunci, contano i fatti e cerchero’, per quanto mi riguarda, di offrire un prodotto all’altezza’.

NESSUN COMMENTO

Comments