Italiani all’estero per sesso a pagamento

Il centro studi di Telefono Azzurro ha calcolato che sono almeno 80mila gli italiani che, nel mondo, praticano turismo sessuale. Italiani che varcano i confini nazionali per cercare i piaceri del sesso facile, a pagamento, talvolta anche con minorenni. Questo tipo di turisti predilige le mete esotiche più povere, dove quindi è più facile riuscire a comprare una prestazione sessuale a basso costo. Fra i paesi preferiti da questo genere di turisti troviamo Thailandia, Vietnam, Laos, Brasile, Cambogia, Repubblica Domenica, Messico, Venezuela e Kenia.

Per contrastare il fenomeno del turismo sessuale, sempre più in crescita, e per combattere in particolare la pedofilia, si sta lavorando per un documento operativo e condiviso a livello internazionale per la tutela dei minori in ogni parte del mondo.

Pensate che di questi 80mila italiani, ben il 35% – vuole dire più di uno su tre – viaggia all’estero abitualmente per turismo sessuale. Il 60% lo fa in maniera occasionale. E almeno 4mila italiani, fra quelli che varcano i confini nazionali per motivi sessuali, sono pedofili.

NESSUN COMMENTO

Comments