Italiani all’estero, Berlusconi da Putin: Fantetti (PdL) scrive al Financial Times

Raffaele Fantetti, senatore del Popolo della Libertà eletto nella ripartizione estera Europa, ha inviato una lettera al direttore del Financial Times per protestare contro l’articolo di Guy Dinmore, pubblicato il 7 ottobre scorso, sulla visita in Russia del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

 "Gentile direttore – scrive Fantetti -, l’articolo pubblicato oggi dal titolo "Berlusconi to party with Putin" non è corretto nei contenuti né professionale per il modo in cui è stato scritto. È imbarazzante notare che il vostro corrispondente, nonostante sia in Italia da molto tempo, non abbia ancora compreso come ‘leggere’ gli affari nazionali e continui a scrivere sulla base di una sorta di ‘gossip diplomatico’ che ha fonte fuori dall’Italia. Dopo aver letto il suo articolo sulla politica italiana, le persone capiscono solo che lui odia Berlusconi ma che, ancora una volta, non ha capito perché lui sia al potere, avendo vinto le ultime elezioni cui hanno partecipato 50milioni di elettori".

Secondo Fantetti l’articolo in questione "è davvero ben poca cosa a livello giornalistico e certo non all’altezza degli altri contenuti" del giornale britannico. Inoltre, "in base a quanto prevede la basilare regola editoriale, sarebbe interessante sapere chi è il diplomatico senza nome cui è riferita dal giornalista l’espressione ‘buffone italiano’, quando, dove e perché ciò sia successo. Come direttore del FT – conclude il senatore – deve una risposta a tutti noi, suoi lettori".

NESSUN COMMENTO

Comments